Home Giovanili Primavera 2, Salernitana beffata al Volpe contro il Cesena

Primavera 2, Salernitana beffata al Volpe contro il Cesena

Granatini ancora ko nelle battute finali come accaduto ad Ascoli

1005
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Cesena si impone con un rocambolesco 3-0 sul campo della Salernitana nella quindicesima giornata del Girone B del campionato Primavera 2. Al campo Volpe gli ospiti passano con un punteggio rotondo, archiviando però la pratica solo nei minuti finali: le reti, realizzate tra il 46′ e il 49′ della ripresa, portano la firma di Carlini, Bernardi e Schirone.

Sotto gli occhi degli ex granata Giovanni Pisano e Salvatore Russo, spettatori d’eccezione in tribuna, i ragazzi di mister Procopio hanno resistito per 90 minuti alla forza della formazione allenata da Ceccarelli, la quale è riuscita ad avere la meglio nei minuti di recupero, nonostante la giornata no dei gemelli Shpendi, rispettivamente primo e terzo nella classifica marcatori.

Da segnalare tra le fila granata la seconda gara da titolare di Antonio Pio Iervolino, protagonista anche di un’ammonizione nella prima frazione di gioco. Il classe ’03 ha condiviso un posto nell’undici iniziale con Motoc, Perrone e il portiere De Matteis, altri calciatori già aggregati alla prima squadra in questa stagione.

Con la sconfitta di questa mattina, la Salernitana resta ferma a 15 punti in classifica, mentre il Cesena sale a quota 34, confermandosi secondo in classifica a -1 dalla Lazio, oggi vittoriosa 7-0 in casa del Crotone.

I biancocelesti saranno prossimi avversari della Salernitana, impegnata nella trasferta laziale tra sette giorni: capitan Guida e compagni proveranno a bissare il successo ottenuto per 2-0 nella gara d’andata, la quale costituì un vero e proprio “derby” tra le due compagini di proprietà (allora ancora entrambe) di Claudio Lotito.

Questo il commento di mister Procopio dopo la sconfitta odierna: “Non si possono prendere tre gol nei quattro minuti di recupero, è inammissibile. Sapevamo della grande qualità del Cesena, che ha il miglior attacco del girone, e avevamo ostacolato bene il loro potenziale offensivo fino al novantesimo. Abbiamo creato occasioni per passare in vantaggio ma, come la scorsa settimana ad Ascoli, nei minuti finali abbiamo compromesso la gara. C’è molta rabbia e delusione perché la partita era finita e stavamo portando a casa un risultato positivo. Bisogna rimanere con la testa nella partita fino al fischio finale e correggere gli errori. Adesso dobbiamo subito resettare ciò che è successo e concentrarci sulla prossima gara”.

Articolo precedenteCi sei mancata serie A
Articolo successivoThiago Motta: “Con la Salernitana sarà una sfida impegnativa”
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.