Home News Salernitana, non basta Verdi. Con lo Spezia è 2-2

Salernitana, non basta Verdi. Con lo Spezia è 2-2

551
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana non riesce a battere lo Spezia in questa sfida valevole per la 24/a giornata di Serie A 2021/2022. All’Arechi è 2-2. Alle due splendidi punizioni di Simone Verdi, i liguri rispondono con due calci di rigore (entrambi decretati al VAR) siglati da Manaj e Verde.

Conta solo vincere. Questo l’obiettivo della Salernitana che sfida all’Arechi lo Spezia in una sfida valida per la 24/a giornata di Serie A 2021/2022. E dopo 3 minuti le cose si mettono bene. Punizione al bacio di Simone Verdi dalla trequarti sinistra dell’area e palla nell’angolino alle spalle di Provedel.

Lo Spezia reagisce e al 9′ c’è un contatto sospetto in area granata di Fazio su Erlic. Il VAR interviene, l’arbitro Valeri va a vedere al monitor e decreta il calcio di rigore. Dal dischetto, Manaj non sbaglia. Cala il gelo sull’Arechi ma al 16′ ancora punizione dai 22 metri a favore della Salernitana. E il pallone calciato da Simone Verdi è telecomandato all’incrocio dei pali, per il nuovo vantaggio della Salernitana. Al 25′, calcio d’angolo per lo Spezia battuto basso. Manaj tocca e il pallone sbatte sulle braccia di Mousset che tentava di proteggersi il petto ma con un braccio un po’ troppo largo. Nuovo intervento del VAR, nuova visione del monitor da parte di Valeri e nuovo calcio di rigore. Dal dischetto va Verde ed è 2-2.

La partita cala di intensità e l’unico acuto degno di nota è una conclusione centrale di Mousset nel primo dei cinque minuti di recupero concessi da Valeri. Si va a riposo sul punteggio di 2-2.

Ripresa con Djuric in campo al posto di Mousset. Al 60′, ci prova Radovanovic da lontano costringendo Provedel all’intervento in due tempi. Quattro minuti dopo fraseggio Verdi-Kastanos con il cipriota che prova un rasoterra che, deviato, termina a lato di poco. Un giro di lancette ed entrano Perotti e Bohinen proprio per Kastanos e Verdi.

Nello Spezia entra Agudelo e al 72′ proprio il colombiano fa una bella discesa e serve un gran pallone a Gyasi che, per fortuna della Salernitana, spara alto. Quattro minuti dopo Manaj prova a imitare Verdi ma il pallone è fuori. All’87’, Amian tocca con il braccio un pallone diretto a Bohinen ma è troppo attaccato al corpo per essere giudicato da rigore secondo Valeri. Tre minuti di recupero ma non accade più nulla. Salernitana-Spezia termina 2-2, i granata sciupano un’importantissima, se non decisiva, occasione per riaprire i giochi salvezza.

SALERNITANA-SPEZIA 2-2 (2-2)

SALERNITANA (4-3-2-1): Sepe; Mazzocchi (81′ Gyomber), Fazio, Dragusin, Ranieri; L. Coulibaly, Radovanovic, Kastanos (65′ Perotti); Verdi (65′ Bohinen), Ribéry (76′ Mikael); Mousset (46′ Djuric). A disp: Belec, Kechrida, Gagliolo, Zortea, Ederson, Obi, Jaroszynski All: Colantuono.
SPEZIA (4-2-3-1): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou, Reca; Sala (68′ Nguiamba), Kiwior; Gyasi, Maggiore, Verde (68′ Agudelo); Manaj (76′ Nzola) A disp: Zoet, Zovko, Hristov, Ferrer, Bourabia, Bertola, Salcedo, Antiste, Strelec. All: Motta.

Marcatori: 3′ Verdi (SA), 12′ rig. Manaj (SP), 16′ Verdi (SA), 30′ rig. Verde (SP)

Arbitro: Valeri della sezione di Roma 2

Note – Ammoniti: Mousset (SA), Fazio (SA), Kiwior (SP), Radovanovic (SA), Nguiamba (SP)