Home News Salernitana-Spezia, probabili formazioni: Verdi e altri sei “nuovi” contro il 4-2-3-1 ligure

Salernitana-Spezia, probabili formazioni: Verdi e altri sei “nuovi” contro il 4-2-3-1 ligure

Colantuono lancia subito tanti ultimi arrivati: ballottaggio Radovanovic-Bohinen in cabina di regia. Dubbio Erlic per Thiago Motta che ritrova Maggiore

1244
0
starting eleven
starting eleven
Tempo di lettura: 2 minuti

Il monday night tra Salernitana e Spezia chiude la ventiquattresima giornata di Serie A. All’Arechi va in scena il match tra i granata di Colantuono, ultimi in classifica con 10 punti, e i liguri di Thiago Motta, quindicesimi in graduatoria a quota 25.

I padroni di casa arrivano all’impegno di questa sera con tante aspettative, dopo l’intensissimo mercato di riparazione condotto dal ds Sabatini. I granata cercano a tutti i costi una vittoria casalinga che manca da oltre quattro mesi, e che soprattutto permetterebbe di alimentare le speranze di una salvezza che sa tanto di impresa, ancor di più considerando i risultati sfavorevoli maturati sugli altri campi.

Se la Salernitana arriva da due sconfitte di fila (quelle contro Lazio e Napoli maturate anche con l’handicap Covid), lo Spezia giunge invece in Campania come seconda squadra più in forma del campionato: con ben quattro vittorie nelle ultime cinque gare (tra cui quelle esterne contro Napoli e Milan), i liguri hanno allontanato la zona calda, distante ora 7 punti.

Su sponda granata, Colantuono dovrebbe rispolverare il 4-3-1-2 accantonato nelle ultime settimane tra Covid e infortuni. Sette i nuovi innesti attesi dal primo minuto, a cominciare da Sepe tra i pali. Davanti all’ex Parma agirà una difesa per tre quarti inedita, con Mazzocchi a destra e la coppia FazioDragusin al centro. Sulla corsia mancina Ranieri, di rientro dalla squalifica, mentre in mediana Radovanovic è in lieve vantaggio sull’altro nuovo arrivato Bohinen. A completare la mediana Lassana Coulibaly e Kastanos. Sulla trequarti Verdi, favorito su Ribery e Perotti per i quali si profila un ingresso a gara in corso. In avanti spazio al nuovo arrivato Mousset al fianco di Bonazzoli, reduce dal gol del momentaneo pareggio siglato nel derby. Squalificato Veseli, indisponibili Mamadou Coulibaly, Ruggeri, Di Tacchio e Schiavone.

Tra le fila spezzine Thiago Motta ritrova Salcedo e Bourabia, ma deve rinunciare a Kovalenko, assente dell’ultim’ora. Out anche Bastoni, Colley, Sher e Leo Sena. Il tecnico italo-brasiliano proporrà i suoi con il 4-2-3-1, confermando a grandi linee i calciatori vittoriosi di misura contro la Sampdoria. Davanti a Provedel preoccupano le condizioni di Erlic, alle prese con un fastidio al ginocchio; ad ogni modo, il croato dovrebbe regolarmente far coppia con Nikolaou al centro della difesa. In caso contrario, Hristov troverebbe spazio dall’inizio. Sulle corsie laterali Amian e Reca, confermati così come Sala e Kiwior, i quali ancora una volta agiranno come difensori prestati alla mediana. Sulla trequarti rientrerà dalla squalifica Maggiore, affiancato da Verde e Gyasi in qualità di esterni. In avanti fiducia a Manaj, favorito su Nzola.

Queste le probabili formazioni:

SALERNITANA (4-3-1-2): Sepe; Mazzocchi, Dragusin, Fazio, Ranieri; L. Coulibaly, Radovanovic, Kastanos; Verdi; Bonazzoli, Mousset. A disposizione: Belec, De Matteis, Zortea, Gyomber, Kechrida, Gagliolo, Delli Carri, Bohinen, Ederson, Obi, Ribery, Djuric, Mikael, Perotti, Vergani. Allenatore: Colantuono.

SPEZIA (4-2-3-1): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou, Reca; Kiwior, Sala; Verde, Maggiore, Gyasi; Manaj. A disposizione: Zoet, Zovko, Hristov, Ferrer, Nguiamba, Bertola, Bourabia, Nzola, Antiste, Salcedo, Agudelo, Strelec. Allenatore: Thiago Motta.

ARBITRO: Paolo Valeri di Roma 2. Assistenti: Raspollini – Di Gioia. IV uomo: Ayroldi. VAR: Maggioni. Assistente VAR: Meli.

Fischio d’inizio ore 20:45. Attesi circa 11 mila spettatori. Diretta Sky Sport Calcio e DAZN.

Articolo precedenteColantuono: Inizia la rincorsa
Articolo successivoWalter Sabatini: «Senza paura il calcio è improponibile»
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.