Home News Undici anti-Genoa: tre cambi per Colantuono, Bonazzoli favorito su Ribery

Undici anti-Genoa: tre cambi per Colantuono, Bonazzoli favorito su Ribery

1431
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Tante conferme rispetto allo spartito tattico adottato contro lo Spezia, ma anche qualche immancabile cambio. È così che Stefano Colantuono pensa di disegnare la sua Salernitana per l’impegno di domani pomeriggio, che vedrà i granata ospiti del Genoa in un match delicatissimo in chiave salvezza. In occasione di quello che sarà un autentico crocevia per la stagione dell’ippocampo, il tecnico laziale adotterà un assetto quasi analogo alla disposizione ad albero di Natale utilizzata lunedì sera.

L’unica sensibile variazione dovrebbe aver luogo nel reparto offensivo, con il passaggio dal 4-3-2-1 ad un 4-3-1-2. Questione di inerzia, e soprattutto di uomini. La certezza non può che essere Verdi, chiamato nuovamente a trascinare con le sue magie dalla trequarti. Il principale terminale offensivo sarà Djuric, subentrato lunedì sera nella ripresa e pronto a scalzare Mousset, il quale – come rivelato da Colantuono in conferenza – in settimana ha accusato qualche fastidio fisico. Nonostante ciò, l’ex Sheffield è comunque tra i convocati.

La novità più importante, nonché quella che modificherà leggermente lo scacchiere, è il rientro di Bonazzoli: l’ex interista, reduce dalla tribuna contro lo Spezia, è tornato ad allenarsi in settimana, ed è in vantaggio nel ballottaggio con Ribery, autore di una prova opaca cinque giorni fa. Il francese dovrebbe partire dalla panchina, trovando spazio a gara in corso. Discorso analogo per Perotti, ancora a secco di minuti nelle gambe.

Per il resto, l’unica novità è attesa in mediana, dove Bohinen troverà spazio dal primo minuto: il norvegese, subentrato con buon piglio lunedì sera, è favorito su Kastanos per il ruolo di mezz’ala sinistra. In lizza anche Ederson, che però con ogni probabilità farà il suo esordio a partita in corso. Confermati Lassana Coulibaly come interno destro e Radovanovic – ex di turno – come mediano, al pari della retroguardia, ancora formata da Mazzocchi, Dragusin, Fazio e Ranieri davanti a Sepe. Indisponibili Ruggeri, Mamadou Coulibaly e Schiavone, recuperato Di Tacchio.

SALERNITANA (4-3-1-2): Sepe; Mazzocchi, Dragusin, Fazio, Ranieri; L. Coulibaly, Radovanovic, Bohinen; Verdi; Bonazzoli, Djuric

Articolo precedenteTaccuino avversario – Schiappapietra (Il Secolo XIX): “Genoa-Salernitana? Chi perde è praticamente in B. Temo il ritorno di Perotti a Marassi”
Articolo successivoGenoa-Salernitana, probabili formazioni: Blessin con il 4-2-3-1, torna Bonazzoli tra i granata
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.