Home Editoriale Davide Nicola a 90° minuto: vogliamo rappresentare al meglio la nostra gente

Davide Nicola a 90° minuto: vogliamo rappresentare al meglio la nostra gente

«Sono soddisfatto dei ragazzi anche se ci manca ancora un po’ di equilibrio tra le due fasi.»

1607
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ospite alla popolare trasmissione “90° minuto”, Davide Nicola, intervistato da Giacomo Capuan, ha raccontato le sue sensazioni dopo il match pareggiato col Sassuolo.

«Le mie sensazioni sono positive. Stiamo lavorando sulle geometrie di gioco e sull’occupazione degli spazi. Vogliamo essere propositivi per poter vincere le partite. Sono soddisfatto dei ragazzi anche se ci manca ancora un po’ di equilibrio tra le due fasi. Sappiamo però che bisogna rischiare».

Sulle dichiarazioni rilasciate dal presidente Iervolino e dal Direttore Sabatini:

«Le accolgo positivamente. Servono a stimolare il pensiero e a credere in questa possibilità che abbiamo. Io, insieme alla squadra, ci crediamo ciecamente. Abbiamo solo quell’obbiettivo».

«Io esperto di salvezze? È una provocazione creativa che accetto col sorriso. Tutti —Presidente, Direttore, calciatori— ci siamo calati in questa avventura con fiducia e desiderio di rappresentare al meglio la nostra gente. Nessuna analogia con le imprese precedenti, se non nello spirito che accompagna questa mia esperienza a Salerno».

«Non mi sento un mental coach. Se fosse questo il mio lavoro preferirei essere uno psicologo sportivo. Mi piace parlare di entusiasmo e cercare di tenere un giusto equilibrio sotto tutti i punti di vista»

Sulle date dei recuperi con Udinese e Venezia:

«Ci sono organi preposti per questa decisione. Per me la partita che conta è la prossima, tosta ma altrettanto bella».

Articolo precedenteLa moviola di Salernitana Sassuolo.
Articolo successivoLa perfezione non esiste, ma il cambiamento non deve spaventare: il passato non va rimpianto!
Nato nel 1964, professione ortopedico. Curioso ma pigro. Ama svisceratamente Salerno e la Salernitana. Come sempre accade quando un amore è passionale, è sempre piuttosto critico nei confronti di entrambe.