Home News 22/6/1947…75 Anni fa, lA primA voltA

22/6/1947…75 Anni fa, lA primA voltA

278
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Come insegnavano (e insegnano ancora) i docenti di storia nelle scuole di ogni ordine e grado, questa magnifica disciplina oltre a essere magistra vitae per antonomasia è caratterizzata da un elemento imprescindibile: le date in cui sono avvenuti determinati eventi.

Conseguentemente, la storia della Salernitana, femmina, popolana e fresca centotreenne, è fatta di date che sono pietre miliari. In questa importante lista, quella del 22 giugno assume un connotato fondamentale. Per i più giovani, è la data della vittoria conseguita all’allora stadio “S.Paolo” di Napoli contro la Juve Stabia del 1994. La doppietta di Tudisco e il gol di Breda consentirono alla Salernitana di Rossi di avere la meglio in quelli che erano i primi playoff promozione della storia della Serie C e di tornare in cadetteria dopo 4 anni di assenza.

Ma per i puristi della storia granata, il 22 giugno è e resterà il giorno della primA voltA. 75 anni fa, il 22 giugno 1947, la Salernitana del presidente Domenico Mattioli e allenata dal grande Gipo Viani batteva all’allora “Comunale” di Salerno (sarebbe diventato “Donato Vestuti” solo nel 1953) il Palermo per 2-0 grazie alla doppietta di Vincenzo Margiotta.

Un successo che spense le velleità della Ternana inseguitrice e a sua volta sconfitta 2-0 a Scafati. La Salernitana vinse così il girone C di Serie B (fu l’ultima volta nella quale il campionato cadetto venne suddiviso in tre gironi per evitare lunghe trasferte in un’Italia povera di infrastrutture essendo da pochi anni uscita da una disastrosa guerra) 1946/1947 e ottenne la sua prima promozione in Serie A della storia.

Un successo che è stato il più importante della storia della Salernitana per 74 anni e 11 mesi. 30 giorni fa, il 22 maggio 2022, è avvenuto il “sorpasso” nella graduatoria storica con un’altra prima volta, la prima salvezza in Serie A targata Iervolino-Sabatini-Nicola. Un successo spesso colpevolmente ignorato e poco apprezzato dalla massa critica dell’ambiente sportivo salernitano.

Cinque anni fa, la vecchia società della Salernitana, tanto per fare un esempio, ignorò bellamente il 70/o anniversario. Sarebbe auspicabile che non avvenga il bis con la nuova società. Frattanto, nel nostro piccolo, cominciamo a ricordare noi la nostra primA voltA.

SALERNITANA 1946-1947, 1° nel girone C del campionato di Serie B – Promossa in Serie A

PRESIDENTE:
Domenico Mattioli
ALLENATORE: Giuseppe “Gipo” Viani
SEGRETARIO: Antonio Pizzi
PREPARATORE ATLETICO: Domenico Varricchio
MEDICO SOCIALE: Gino Bernabò
MASSAGGIATORE: Bruno Carmando
PORTIERI: Mosele, Rega, Lombardi
DIFENSORI: Buzzegoli, Iacovazzo, Lomi, Pastori, Piccinini
CENTROCAMPISTI: Benedetti, Dagianti, Morisco, Valese, Vaschetto, Tori, Voccia
ATTACCANTI: Colaneri, Margiotta, Onorato, Volpe, Zega

Articolo precedenteLassana Coulibaly, indizio social sulla permanenza in granata?
Articolo successivoCalciomercato: la Salernitana vuole blindare il trio di centrocampo, spunta l’idea Milik