Home News Salernitana, è 2-2 con l’Hoffenheim: in gol Kristoffersen, debutta Lovato

Salernitana, è 2-2 con l’Hoffenheim: in gol Kristoffersen, debutta Lovato

I granata non sfigurano contro i tedeschi. Primi minuti stagionali anche per Lassana Coulibaly, Ribéry guida la lunga lista degli assenti

591
0
Tempo di lettura: 3 minuti

La Salernitana impatta sul 2-2 con l’Hoffenheim nella terza amichevole precampionato. Al Kitzbuhel Stadium i granata di Nicola non sfigurano contro un avversario di assoluto livello, peraltro sceso in campo con una più ampia dose di titolari rispetto alla compagine dell’Ippocampo.

Tutte nel primo tempo le reti, con i tedeschi – ottavi nell’ultima Bundesliga – avanti con Kramaric, al cui vantaggio ha risposto Kristoffersen. 2-1 biancazzurro firmato da Rutter, che dopo appena 60 secondi ha regalato il nuovo pareggio alla Salernitana con un’involontaria autorete.

Risultato tutt’altro che da buttare, considerando l’elenco degli assenti. Lista che annovera Ribéry, Mamadou Coulibaly e Fazio, così come Radovanovic, assente dell’ultim’ora. Fuori anche Gyomber, Iervolino e il nuovo arrivato Bradaric, allenatosi a parte.

LA PARTITA

Nicola schiera i suoi – in campo in maglia bianca – con il solito 3-5-2, optando per l’attacco tutto norvegese composto da Botheim e Kristoffersen. In mediana Capezzi e Cavion affiancano Bohinen, in difesa chance per Motoc e Bogdan insieme a Gagliolo, capitano per l’occasione. Hoffenheim in campo con il 3-4-3.

Avvio pimpante da parte dei granata, ma sono i biancazzurri – in campo in maglia nera – a concretizzare il primo assalto offensivo. Ottavo giro di lancette, sul corner dei tedeschi la Salernitana non riesce a liberare, ne approfitta Kramaric che con una botta dai 20 metri fulmina Sepe e porta in vantaggio i suoi.

Al 16’ i granata agguantano il pari con una bella giocata di Kristoffersen: conclusione sbilenca di Gagliolo, il norvegese controlla di petto, si aggiusta il pallone e conclude col destro in girata, siglando l’1-1 e trovando il quarto centro del suo precampionato.

L’attaccante scandinavo spreca poi il raddoppio alla mezz’ora. Leggerezza di Baumann, Kristoffersen ruba palla e viene steso da Posch. L’arbitro decreta il rigore, ma il portiere tedesco si allunga alla sua destra parando la conclusione dell’ex Cosenza.

Salernitana ancora pericolosa al 33’, con un bel suggerimento di Cavion per il solito Kristoffersen. Sponda del norvegese per Capezzi, che con il sinistro spedisce di poco fuori. Al 37’ l’Hoffenheim torna in vantaggio. Errore della Salernitana in costruzione, i tedeschi ne approfittano e arrivano in area con Dabbur. L’attaccante israeliano accomoda per il neoentrato Rutter, che batte Sepe da pochi passi.

Il francese – subentrato a Bruun Larsen – si rende protagonista anche un minuto dopo, quando devia nella sua porta un tiro a giro di Cavion, firmando l’autorete che riporta il match in parità. Lo stesso Cavion subisce una spinta da Vogt nel finale di primo tempo. Accenno di rissa che chiude la prima frazione.

La ripresa si apre con la girandola di cambi in casa granata: tra i pali Fiorillo, in avanti il tandem D’AndreaSimy, mentre in mediana trova i primi minuti Lassana Coulibaly al fianco di Boultam e Cavion. Sulle corsie spazio a Kechrida e Sy, poi tocca anche a Lovato, che esordisce in granata come braccetto difensivo di destra.

Seconda frazione priva di particolari acuti: Rutter sfiora la doppietta con un diagonale di poco a lato. La Salernitana si affaccia in avanti al 56’ con Kechrida: cross per D’Andrea, che conclude di testa in tuffo. Palla di poco a lato. Trovano il campo anche Veseli e Castillo Jimenez, che rimpiazza Lassana Coulibaly.

Al 70’ il mancino di origine iberica – già entrato bene contro lo Schalke – sfiora il bersaglio grosso con una punizione di poco larga. Sette minuti dopo è il solito Rutter a rendersi pericoloso, rincorrendo in profondità un pallone che Fiorillo è bravo a spazzare, uscendo in tackle sulla propria trequarti.

Negli ultimi dieci minuti trova il campo anche Galeotafiore, che rileva Motoc in una difesa caratterizzata dal passaggio di Lovato al centro del terzetto. Il match scivola verso l’epilogo senza sussulti, e al 90’ il triplice fischio decreta il 2-2 finale.

Hoffenheim – Salernitana 2-2

8’ Kramaric, 16’ Kristoffersen, 37’ Rutter, 38’ aut. Rutter

HOFFENHEIM (3-4-3): Baumann; Posch, Vogt, Hubner; Kadarabek, Rudy, Skov, Promel; Dabbur, Bruun Larsen (17’ Rutter), Kramaric. A disposizione: Philipp, Baumgartner, Adams, Becker, Akpoguma, John, Boagarde, Damar, Bischof, Asllani. Allenatore: Breitenreiter.

SALERNITANA (3-5-2): Sepe (46’ Fiorillo); Motoc (79’ Galeotafiore), Bogdan (55’ Lovato), Gagliolo (73’ Veseli); Mazzocchi (46’ Kechrida), Capezzi (46’ L. Coulibaly, 73’ Jimenez), Bohinen (46’ Boultam), Cavion, Jaroszynski (57’ Sy); Botheim (46’ D’Andrea), Kristoffersen (46’ Simy). A disposizione: Micai, Sorrentino, Pirola. Allenatore: Nicola.

ARBITRO: Andreas Schett. Assistenti: Isgoren – Baysan.

AMMONITI: Posch (H), Vogt (H)

RECUPERO: 1’ pt

Articolo precedenteGli eroi della “primA voltA” – Carmine Iacovazzo (2/a puntata)
Articolo successivoSepe: «Un buon test. Vogliamo soffrire meno rispetto allo scorso anno. Sarà un bel campionato.»
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.