Home Calciomercato Salernitana, mercato in stallo e sempre più piste estere: pressing su Hrustic...

Salernitana, mercato in stallo e sempre più piste estere: pressing su Hrustic e Pavlidis

L'australiano e il greco nuovi obiettivi per mediana e attacco. Occhi su un giovane difensore del Sudtirol

945
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Le difficoltà fin qui riscontrate sul mercato italiano spingono sempre più la Salernitana a cercare calciatori all’estero. Gli ultimi due profili individuati dal ds De Sanctis sono il centrocampista Ajdin Hrustic e l’attaccante Vangelis Pavlidis.

La società di Iervolino avrebbe già formalizzato una prima offerta per il centrocampista australiano (con cittadinanza rumena), il cui cartellino è di proprietà dell’Eintracht Francoforte: attesa per la risposta del club tedesco e la volontà del mediano classe ’96.

La Salernitana ha messo gli occhi anche su Pavlidis, promettente centravanti in forza all’AZ Alkmaar: il classe ’98, già nazionale greco, arriva da un’ottima stagione, in cui ha siglato ben 25 gol in 51 presenze tra tutte le competizioni. Numeri tutt’altro che passati inosservati, come testimonia il forte interessamento dell’Ajax, alla ricerca di un’altra punta dopo l’ingaggio del giovane Lucca dal Pisa.

La caccia granata all’attaccante annovera anche altri profili. Su tutti Pinamonti, la cui volontà è però chiara: l’attaccante di proprietà dell’Inter intende sposare il progetto dell’Atalanta o, in alternativa, quello del Sassuolo, e ha già mostrato resistenza circa un possibile approdo in granata.

La trattativa per Piatek si è invece arenata a causa dell’interesse del Borussia Dortmund per il giocatore polacco. Ad ogni modo, il club giallonero dovrebbe acquistare un nuovo attaccante la prossima settimana (il Cholito Simeone tra i papabili) e ciò potrebbe spianare la strada a nuovi sviluppi tra Salernitana ed Hertha Berlino per l’ex Fiorentina.

In casa Hertha piace anche Lukebakio, mentre si allontana Maupay del Brighton. Svanisce anche la suggestione Mertens, con l’attaccante belga ad un passo dal Galatasaray. Sullo sfondo resta Verdi, profilo particolarmente gradito a Iervolino: possibile che il discorso con il Torino si riapra nelle ultime battute di mercato.

Le reali priorità di Nicola riguardano però difesa e centrocampo, reparti in netta difficoltà tra caselle da occupare e calciatori infortunati. Per la retroguardia resta viva l’ipotesi Ranieri: il duttile difensore con ogni probabilità non resterà a Firenze, e la Salernitana ha manifestato il proprio interesse la scorsa settimana.

Sondato anche Ismajli, ma l’Empoli ha fatto muro. Il club azzurro, infatti, deve prima prendere un nuovo difensore dopo la partenza di Viti, ceduto al Nizza. Sul taccuino ci sono anche Nikolaou dello Spezia e Izzo, ma l’ingaggio del giocatore del Torino – già vicino alla Salernitana a gennaio – resta un ostacolo difficile da superare.

Complicato – forse impossibile – anche arrivare ad Okoli, che si candida ad un posto da titolare nell’Atalanta di Gasperini, vista la grana doping e il conseguente rischio stangata per Palomino.

La Salernitana ha sondato anche il giovane Marco Curto, classe ’99 di proprietà del Sudtirol. Il 23enne napoletano è stato assoluto protagonista l’anno scorso in terza serie, e si giocare il suo primo campionato di Serie B. Cresciuto nelle giovanili di Milan ed Empoli, Curto – fresco di rinnovo con il Sudtirol fino al 2024 – potrebbe essere un colpo di prospettiva per la Salernitana, pur non possedendo lo status di under 22 ai fini della lista da consegnare alla Lega.

Per il centrocampo, detto di Hrustic, il sogno resta Yazici: il turco potrebbe arrivare solo in prestito, formula analoga a quella con cui la Salernitana ha ceduto Mikael all’Internacional, liberando così lo slot extracomunitario. Per ora tutto fermo, nonostante le tante voci rimbalzate dalla Turchia nelle ultime 48 ore.

In mediana piace anche Rovella, sul quale c’è la concorrenza del solito Monza: l’ex Genoa potrebbe però restare alla Juventus visto l’infortunio di Pogba e la probabile partenza di Arthur, almeno fino all’arrivo in bianconero di un nuovo centrocampista. Intanto, la Salernitana si appresta ad iniziare gli impegni ufficiali con una rosa ancora da completare e non poco lavoro da fare.

Articolo precedenteSalernitana, Mamadou Coulibaly ai saluti: lo aspetta la Ternana
Articolo successivoSTBS2022, Nappa Group è la prima finalista
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.