Home Breaking news Nicola: «Mi aspetto conferme, Lovato forse dall’inizio»

Nicola: «Mi aspetto conferme, Lovato forse dall’inizio»

Il trainer presenta la sfida di domani al Mapei Stadium, la squadra partirà nel pomeriggio alla volta dell'Emilia Romagna

778
0
Tempo di lettura: 2 minuti

“Mi aspetto le conferme di ciò che sappiamo fare”, è questo ciò che mister Davide Nicola attende dai suoi ragazzi domani pomeriggio. Sabato di vigilia per i granata che, dopo la consueta seduta di rifinitura, nel pomeriggio partiranno in direzione Reggio Emilia per l’impegno contro i neroverdi di mister Dionisi. A pochi minuti dal termine dell’allenamento, il trainer dell’ippocampo ha incontrato la stampa per la conferenza di presentazione dell’imminente match.

Le parole del trainer

“Il Sassuolo- ha sottolineato il mister- ha un gioco consolidato ed ha aumentato l’attacco alla profondità, dovremo essere bravi per fare una prestazione intensa ed avere personalità per accettare anche l’interpretazione degli uno contro uno. Su Lovato sto riflettendo, credo che possa giocare. E’lo stesso campionato anche per chi ha avuto meno spazio, la competizione c’è e deve essere accettata ma ognuno ha la chance di far vedere il proprio valore. Sono soddisfatto delle prime sette partite ma vogliamo sempre di più, siamo consapevoli che per fare più punti dobbiamo fare un certo tipo di prestazioni e noi vogliamo raggiungere i risultati anche perchè è da questi che veniamo giudicati. Nelle prossime otto sfide ci saranno cinque trasferte e sarà interessante vedere l’approccio a questo, tutto deve essere visto come una sfida. Non so dove possiamo arrivare, mi occupo di mostrare che l’ambizione è sempre massimale ma ci sarà anche tempo per definire il nostro percorso”.

Le possibili scelte e Ribery

“Bonazzoli dall’inizio? Sto valutando. Mi fido di tutti ma decideremo domani, anche sulla base delle caratteristiche dell’avversario. Ai ragazzi chiedo sempre concentrazione massima. Radovanovic- ha poi detto Nicola- può essere sia centrale difensivo ma ha anche capacità di costruzione del gioco, a lui va dato un tempo di integrazione aggiuntivo altrimenti si rischia un’ulteriore ricaduta. Le Nazionali portano entusiasmo per chi va, con alcuni abbiamo valutato l’idea anche di farli riposare dal viaggio. Con Mazzocchi non c’è da parlare molto, ha una forte automotivazione ed è in tal senso un grande esempio per tutti. Quando accadono queste cose, è uno spot bellissimo. È consapevole che dovrà pedalare sempre. Credo che Ribery sia un’icona per tutto il calcio mondiale. La Salernitana ha avuto il grande onore di avere un campione del genere ed ha la capacità di prendere decisioni importanti, non so cosa deciderà ma ognuna delle componenti ha le sue idee. Auguriamo un grande lavoro all’arbitro Ferrieri”.

Articolo precedenteI convocati col Sassuolo: ai box Bohinen, 2 i recuperi
Articolo successivoPrimavera 2 – Marino chiama, Marsili risponde: Salernitana-Lazio 1-1