Home Breaking news Il centravanti assassinato da un bastardo: addio a Gianluca Vialli

Il centravanti assassinato da un bastardo: addio a Gianluca Vialli

È morto Gianluca Vialli: l’ex calciatore aveva 58 anni, da tempo era in cura per un tumore al pancreas.

789
0
Tempo di lettura: 2 minuti

“Ma non capisco più il mondo che mi circonda, Pepino. La gente non ricorda più e non vuol ricordare. È come se lo considerasse inutile. Inutile? Se mi togli i ricordi, cosa rimane di me?”
M.V.Montalban -Il centravanti è stato assassinato verso sera

È morto Gianluca Vialli: l’ex calciatore aveva 58 anni, da tempo era in cura per un tumore al pancreas. Il 14 dicembre scorso aveva annunciato il ritiro dalla Nazionale — in cui ricopriva l’incarico di capo della delegazione — proprio per la malattia.

Quando va via un campione dello sport che hai amato, sei triste.

Quando se ne va un coetaneo, rifletti.

Qaundo va via un tuo coetaneo campione, maledici e piangi.

Ti senti derubato, e poco toglie al dispiacere la circostanza che la notizia fosse attesa.

Quasi 500 gare nei club, e 167 gol. Quasi 60 in Nazionale, e 16 gol.

Un simbolo per una generazione di appassionati, negli occhi restano le sue magie, le sue capriole.

Ma per tutti resta la sua lezione coraggiosa, la lezione di chi ha trasformato la paura in esempio.

Per tutti gli amanti della palla rotolante resterà il bacio dato a quel pallone scivolato fuori dal campo durante Italia-Polonia nel 2020.

Un atto d’amore che vale piú di mille discorsi.

Il centravanti è stato assassinato stamattina da un bastardo. Il centravanti va a giocare con Siniša.

Mi piace pensare che le nuvole di oggi abbiano una sfumatura blucerchiata.

E che Gianluca segni ancora per tutti noi.

Articolo precedenteSalernitana e mercato in uscita, Siena su Motoc e Orlando
Articolo successivoAndrei Moțoc in prestito al Siena
Nato nel 1964, professione ortopedico. Curioso ma pigro. Ama svisceratamente Salerno e la Salernitana. Come sempre accade quando un amore è passionale, è sempre piuttosto critico nei confronti di entrambe.