Home Breaking news Sousa:«Potevamo vincere ma siamo sulla strada giusta»

Sousa:«Potevamo vincere ma siamo sulla strada giusta»

Il trainer portoghese ha analizzato il match contro il Bologna

483
0
Tempo di lettura: 2 minuti
A7BEE1DB DCAD 4847 A055 4A2D97F1C8C9
A7BEE1DB DCAD 4847 A055 4A2D97F1C8C9

“La strada è quella giusta”, non ha dubbi Paulo Sousa. Due volte in vantaggio e per due volte recuperata con un punto che muove la classifica e permette l’aggancio (almeno momentaneo) al Lecce, è questo ciò che lascia in dote il match contro il Bologna. Come di consueto, il trainer portoghese ha analizzato la sfida appena conclusa in conferenza stampa.

Le parole di Sousa

“Avevo detto- ha sottolineato il mister- che sarebbe stata una partita tatticamente difficile. Il Bologna sta portando idee nuove, è moderno, ha palleggio, occupa bene gli spazi. Faccio i miei complimenti ai ragazzi che sono entrati, c’era la voglia di vincere e questa mentalità mi piace. Con Vilhena e Piatek abbiamo spinto aumentando la pressione e la velocità, abbiamo combinato bene soprattutto sulle fasce. I tiri sono stati quattordici, potevamo vincere ma siamo sulla strada giusta. Rispetto agli avversari abbiamo avuto due giorni in meno per lavorare. Il Bologna è intensa e ti fa correre, la squadra ha retto bene anche perchè loro hanno fatto tutto per vincere. Dobbiamo avere più tempo il pallone per far abbassare gli avversari, quando svilupperemo la capacità di essere maggiormente nella metà campo avversaria i nostri attaccanti potranno essere incidenti. Di mio c’è sempre qualcosa essendo responsabile delle idee, del pensare al noi e non all’io. C’è intesa nel gruppo e con i nostri tifosi che ci hanno dato grande spinta. Rivedremo le palle inattive, valuteremo se cambiare o meno. Credo che sia il lavoro a doverci dare la tranquillità. Io penso alla salvezza perchè questo è l’obiettivo, in ogni caso e contro ogni squadra come meta abbiamo la vittoria. Io- ha poi concluso Sousa- non faccio polemiche sugli arbitri, nel corso delle partite sono passionale e provo a spingere i ragazzi alla vittoria. Con il Var gli errori diminuiscono sempre più. Giocare in un modo dipende dal risultato, la squadra aveva bisogno di tranquillità e fiducia quindi ho preso le decisioni meno complesse. Credo che abbiamo le capacità di avere il controllo delle partite con il palleggio, serviranno in primis i risultati.