Home Editoriale La moviola di Torino Salernitana

La moviola di Torino Salernitana

Allo stadio Olimpico di Torino, finisce in parità: buona la direzione di Aureliano. Nel mentre, l'Aia ha eletto un nuovo presidente

545
0
A cura di Luca D'Urso
A cura di Luca D'Urso
Tempo di lettura: 2 minuti

La trentesima giornata del campionato di massima serie ha messo di fronte Torino e Salernitana: ne è venuto fuori un match molto equilibrato – terminato uno a uno – con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto, pur mantenendo una certa correttezza nel rettangolo verde.

Team arbitrale composto da: Gianluca Aureliano di Bologna coadiuvato da Capaldo e Dei Giudici; quarto ufficiale Perenzoni, al Var Maresca e Muto

In foto: Gianluca Aureliano di Bologna

Per quanto riguarda la moviola, non ci sono episodi da analizzare: Aureliano ha mantenuto lo stesso metro di giudizio per tutti i novanta minuti, favorendo principalmente la fluidità del gioco; a livello disciplinare, invece, un solo cartellino giallo ai danni di Gyomber (S) al 68′ per aver interrotto una promettente azione d’attacco. Positiva anche la prestazione dei due collaboratori; inoperosi – a Lissone – Maresca e Muto.

Sempre nella giornata di ieri, si sono svolte le elezioni del nuovo presidente dell’Aia: a prendere il posto del dimissionario Trentalange, è Carlo Pacifici di Roma 1, eletto nell’assemblea generale con 260 voti su 310 associati votanti (50 le schede bianche). Al suo fianco, in qualità di vicepresidente, il lombardo Alberto Zaroli.

In foto: Carlo Pacifici (Fonte sito ufficiale AIA)
Articolo precedenteNecessità del risultato e crescita tecnico-tattica procedono a passi brevi e costanti
Articolo successivoFirmata in Comune la convenzione per l’utilizzo dello Stadio Arechi. Previsti diversi lavori. Durerà 12 anni.
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]