Home Editoriale La moviola di Salernitana Sassuolo

La moviola di Salernitana Sassuolo

In un Arechi infuocato, la Salernitana divora gli avversari: la prestazione di Camplone è da promuovere, ma non priva di sbavature

569
0
A cura di Luca D'Urso
A cura di Luca D'Urso
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nel match di ieri pomeriggio, valevole per la trentunesima giornata del campionato di massima serie, si sono affrontate Salernitana e Sassuolo: una partita ‘senza storia’ che ha visto prevalere gli uomini di mister Sousa, autori di una prestazione a dir poco magistrale.

Team arbitrale composto da: Giacomo Camplone di Pescara coadiuvato dagli assistenti Palermo e Cipressa; quarto ufficiale Rutella, al Var Mazzoleni e Paganessi.

Passiamo alla moviola

Al netto di una gara ‘tranquilla’, indubbiamente condizionata da un risultato schiacciante a favore dei padroni di casa, la prestazione del fischietto abruzzese è da promuovere, ma non priva di sbavature. Lascia un po’ a desiderare la gestione di Maxim Lopez (Sassuolo), in quanto il calciatore sudamericano avrebbe potuto essere ammonito almeno in un paio di occasioni. Giusti, invece, i restanti provvedimenti disciplinari a carico di Bronn (Salernitana) – autore di un brutto fallo ai danni di PinamontiRuan ed Henrique (Sassuolo). Eccessivi, invece, i continui richiami al portiere granata Ochoa, tutt’altro che intenzionato a perdere tempo, in occasione di varie riprese di gioco.

Buona la prestazione dei due assistenti Palermo e Cipressa, poco lavoro per i due varisti Mazzoleni e Paganessi.

Articolo precedenteAncora in gol contro un’emiliana, continua il buon periodo di Pirola
Articolo successivoGiovedì allenamento a porte aperte. Chiesto lo spostamento del derby a domenica.
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]