Home Breaking news Salernitana e Fiorentina danno spettacolo, all’Arechi è 3-3

Salernitana e Fiorentina danno spettacolo, all’Arechi è 3-3

I granata ed i viola si dividono la posta in palio. Alla tripletta dello scatenato Dia rispondono Gonzalez, Ikonè e Biraghi

471
0
Tempo di lettura: 3 minuti
La cronaca SALFIO
La cronaca SALFIO

SALERNITANA- FIORENTINA 3-3

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Lovato, Gyomber (14’pt Daniliuc), Pirola; Mazzocchi (45’st Sambia), Bohinen (16’st Vilhena), Coulibaly, Bradaric; Maggiore (16’st Kastanos), Botheim; Dia. A disposizione: Sepe, Fiorillo, Troost-Ekong, Bronn, Nicolussi Caviglia, Iervolino, Piatek, Bonazzoli. All: Sánchez Lladò (Sousa squalificato).

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Dodò, Martinez Quarta, Igor (21’st Ranieri), Biraghi; Castrovilli (15’st Bonaventura), Mandragora (21’st Duncan); Gonzàlez, Baràk (36’st Sottil), Ikoné; Cabral (21’st Jovic). A disposizione: Cerofolini, Vannucchi, Milenkovic, Terzic, Venuti, Saponara, Bianco, Brekalo. Allenatore: Italiano.

ARBITRO: Pezzuto di Lecce – assistenti: Macaddino e Fiore – IV uomo: Gariglio – Var: Di Paolo/Avar: Dionisi

RETI: 10’pt, 14’st e 34’st Dia (S), 36’pt Gonzalez (F), Ikonè (F)

NOTE. Ammoniti: Mandragora (F), Castrovilli (F), Cabral (F), Daniliuc (S), Botheim (S), Martinez Quarta (F), Bradaric (S), Duncan (F). Angoli: 2-3. Recupero: 1’pt–3’st

La partita

Pirotecnica, può essere questo l’aggettivo adatto per descrivere Salernitana-Fiorentina. Sei gol con rovesciamenti da una parte all’altra e l’equilibrio a farla da padrone, nel mezzo lo show di Boulaye Dia autore di una tripletta che lo lancia nella storia dell’ippocampo come bomber più prolifico in massima serie.

Il primo tempo

La prima occasione del match è per la Fiorentina (3′) con Barak che- dopo un buon cross di Dodò- manda alto sulla traversa di Ochoa. Al primo affondo passano i granata. 10′ e Botheim appoggia per Bradaric, il croato lancia verso Dia che- dopo aver sterzato su Igor- batte Terracciano per l’1-0 campano. Tredici gol per il senegalese che, dunque, supera Marco Di Vaio e diventa il calciatore più prolifico nella storia dell’ippocampo in massima serie. La risposta viola arriva al 20′ con il colpo di testa di Ikonè bloccato senza problemi dal portiere granata. Dopo un lungo periodo di stallo, la Fiorentina spaventa la Salernitana al 32′. Ochoa sbaglia appoggio verso Lovato, Ikonè raccoglie e serve Gonzalez che da pochi passi spara alto. Al secondo tentativo l’argentino fa 1-1. Il 22 toscano, al 36′, svetta su Daniliuc battendo l’estremo difensore campano dopo il cross preciso del solito Dodò.

La seconda frazione

Il primo squillo della seconda frazione è dei toscani con Cabral che al 5′ colpisce di testa e manda alto. Ma a fare male è sempre la Salernitana e sempre Dia. Al 14′ Botheim d’esterno inventa per il senegalese che- come accaduto nella sua prima rete- prima sterza e poi trafigge Terracciano per la doppietta di giornata ed il sorpasso su Lookman come esordiente d’annata più prolifico in A. Toscani pericolosi al 22′ con il solito Nico Gonzalez, l’argentino non sfrutta bene un cross dalla destra e conclude altissimo sulla traversa. Doccia fredda che arriva al 26′ con il pari di Ikonè. L’ex Lille, dopo il passaggio smarcante di Bonaventura, salta Ochoa e deposita in rete. Il miracolo quotidiano di Ochoa arriva al 30′. Angolo per i viola, la girata di Jovic viene sporcata da Martinez Quarta per una traiettoria velenosa disinnescata dal messicano con una gran parata. Lo show di Dia continua al 34′. Coulibaly lancia Mazzocchi che con un tocco sotto elude Terracciano e conquista il calcio di rigore, dagli undici metri il senegalese è glaciale e fa tris personale. A rispondere è Biraghi. Cinque giri di lancette dopo (39′), il capitano della Viola batte Ochoa su punizione. 41′ e ci provano ancora i granata. Mazzocchi riceve palla e da destra prova a mettere in mezzo, il suo cross diventa un tiro che si spegne di poco alto sulla traversa.