Home Breaking news Porte girevoli in attacco: piace Piroe, Bonazzoli prossimo ai saluti

Porte girevoli in attacco: piace Piroe, Bonazzoli prossimo ai saluti

Il reparto offensivo dell'ippocampo potrebbe essere oggetto di alcuni cambiamenti

945
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Porte girevoli nell’attacco granata. Sarà una sessione estiva di arrivi e saluti quella del reparto offensivo dell’ippocampo che potrebbe essere oggetto di alcuni cambiamenti.

Chi potrebbe arrivare

Tre sono i nomi accostati alla compagine di patron Iervolino in queste settimane e rispondono ai nomi di Joel Piroe, Artem Dovbyk e Jean- Philippe Krasso. Il primo (classe 1999) è reduce da una stagione da assoluto protagonista con la maglia dello Swansea. Il centravanti olandese, infatti, è stato autore di 20 gol in 45 partite disputando alcuni match non solo da punta centrale (suo ruolo naturale) ma anche da trequartista, seconda punta ed ala destra. Se Piroe ha fatto bene, Dovbyk non è stato da meno. 29 reti in 39 incontri (cinque in sette uscite di Conference League) e riconferma come capocannoniere della Serie A ucraina dopo la vittoria della classifica marcatori dello scorso anno, bastano solo questi numeri per sintetizzare l’annata dell’attaccante del Dnipro il cui valore è aumentato ad 11 milioni. Krasso, invece, è in ordine temporale l’ultimo nome accostato ai granata. Ivoriano, il classe 1997 non rinnoverà con il Saint Etienne e sarà dal 1 luglio svincolato. La Salernitana, quindi, potrebbe puntare sull’acquisto a parametro zero di un calciatore che nell’ultima stagione è stato autore di 17 reti e ben 12 assist.

Chi potrebbe salutare

Mettendo da parte Dia (la compagine dell’ippocampo vorrebbe blindarlo provando ad eliminare la clausola di 25 milioni), altri attaccanti potrebbero salutare Salerno. Prossimo all’addio è Federico Bonazzoli. Il numero 9, sotto la gestione Sousa, ha trovato poco spazio come dimostra l’ultima presenza datata 16 aprile nella trasferta contro il Toro e, soprattutto, le otto panchine consecutive. Negli scorsi giorni il nome dell’ex Samp è stato accostato alla Lazio di Maurizio Sarri nell’ambito di un possibile scambio con Matteo Cancellieri, operazione che però sembrerebbe aver subito una frenata. Capitolo Piatek. Il centravanti polacco non dovrebbe essere riscattato ma non è da escludere un possibile ritorno a titolo definitivo con un costo del cartellino minore rispetto ai 7,5 milioni inizialmente pattuiti con l’Hertha Berlino. Diego Valencia, invece, potrebbe essere ceduto in prestito dopo un’annata in cui ha trovato poco spazio per mostrare il suo potenziale.