Home Editoriale La moviola di Salernitana Inter

La moviola di Salernitana Inter

All'Arechi di Salerno, è "Lautaro Show": Abisso, direzione di gara luci ed ombre!

821
0
A cura di Luca D'Urso
A cura di Luca D'Urso
Tempo di lettura: 2 minuti

Nell’anticipo del “Saturday Night” si sono affrontate Salernitana e Inter: due squadre che, seppur per motivi differenti, avevano bisogno di rifarsi dopo le sconfitte maturate nel turno infrasettimanale. Ad avere la meglio sono stati gli uomini di Inzaghi, che hanno portato a casa l’intera posta in palio grazie ad uno straripante Lautaro Martinez, autore di ben quattro reti, peraltro, da subentrante.

Squadra arbitrale: Rosario Abisso di Palermo coadiuvato dagli assistenti Vivenzi e Garzelli; quarto ufficiale Manganiello, al Var Irrati e Serra.

abisso
In foto: Rosario Abisso

Passiamo alla moviola

Al 65′ Martegani (S) effettua un preciso filtrante per Legowsky (S) che, solo dinanzi a Sommer (I), non ha problemi a depositare il pallone in rete. Inizialmente, la terna arbitrale convalida, in quanto Garzelli non segnala alcuna posizione irregolare. Dalla sala Var di Lissone, però, Irrati comunica ad Abisso che il polacco, al momento del passaggio, si trova in posizione irregolare. Pertanto, rete annullata per offside e Arechi gelato!

Al 83′ Thuram (I) e Lovato (S) si trattengono reciprocamente, all’interno dell’area di rigore locale, durante una sortita offensiva interista: l’azione termina con entrambi i calciatori a terra. Abisso, molto vicino all’azione, non ha esitazioni ed assegna un calcio di rigore a favore dell’Inter. Onestamente, sembra una decisione troppo severa, il classico episodio dove il Var non interverrà mai. L’aspetto da tenere fortemente in considerazione è che entrambi i calciatori si trattengono -reiteratamente- dall’inizio alla fine dell’azione. Dunque, lasciar proseguire il gioco sarebbe stata la scelta più opportuna.

In conclusione, la prestazione di Abisso è da ritenersi luci ed ombre: non ha convinto il metro di giudizio adottato durante la gara. Sul calcio di rigore, è stato troppo severo con il difendente granata. Tutt’altro che severo, invece, con il francese Thuram, reo di reiterate proteste, durante i 90′.

Buona la prestazione di Vivenzi, meno quella di Garzelli, corretto dal Var al 65′. Attenti, in sala Var, Irrati e Serra.

Articolo precedenteIl ritorno di Paulo Sousa. Qualità e coraggio per vincere le paure e ritrovare la retta via
Articolo successivoSettima giornata di Serie A: resoconto e protagonisti
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]