Home Editoriale Il designato speciale: Daniele Chiffi di Padova

Il designato speciale: Daniele Chiffi di Padova

Daniele Chiffi di Padova, torna in massima serie!

450
0
Il
Il "Var"iegato mondo arbitrale. A cura di Luca D'Urso
Tempo di lettura: 2 minuti

Daniele Chiffi, classe 1984 appartenente alla sezione di Padova, sarà l’arbitro del “lunch match” che si giocherà domani allo stadio Olimpico Grande Torino. Internazionale dal gennaio 2022, in questa stagione ha diretto solamente cinque volte in serie A, incontrando sia il Torino (Torino vs Genoa, il 3 settembre 2023) che la Salernitana (Salernitana vs Cagliari, 22 ottobre 2023).

Stagione tormentata, dunque, fino a questo momento per l’arbitro padovano, fermato da un fastidioso infortunio che lo ha costretto a stare lontano dal campo per oltre due mesi. Non a caso, l’ultima partita diretta in massima serie risale al 5 novembre 2023 – poco prima dell’infortunio – in occasione di Fiorentina Juventus, terminata 0 a 1 a favore degli ospiti. Da quel momento, Chiffi ha diretto solo in cadetteria: Parma vs Modena (del 25 novembre 2023) e Sud Tirol vs Cosenza (al suo rientro dall’infortunio) nell’ultimo turno di campionato disputato.

Chiffi, dunque, ha tutte le motivazioni necessarie a rilanciarsi nel massimo campionato italiano, già a partire dalla sfida di domani tra Torino e Salernitana. Gara che, considerando il posizionamento di classifica delle due squadre, per i vertici arbitrali rientra nelle cosiddette gare di “terza fascia”. Un test sicuramente non impossibile, per un arbitro abituato a ben altri palcoscenici. Come sempre, però, quando si rientra da un infortunio è sempre difficile garantire – fin da subito – le prestazioni che lo hanno reso uno degli arbitri più affidabili della categoria.

Considerando che alla fine del campionato di serie A mancano sedici giornate, l’obiettivo di Chiffi sarà quello di eguagliare quantomeno le presenze collezionate nella scorsa stagione (quindici). Sarà compito del designatore Gianluca Rocchi reinserirlo propedeuticamente nel corso di questa stagione.

In bocca al lupo, Daniele!

Articolo precedenteEsce Cabral, entra Gomis: velocità e fisicità a servizio di Inzaghi
Articolo successivoLa concorrenza sarà dura: ecco come si sono rinforzate le rivali della Salernitana
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]