Home Schede Tecniche Esce Cabral, entra Gomis: velocità e fisicità a servizio di Inzaghi

Esce Cabral, entra Gomis: velocità e fisicità a servizio di Inzaghi

Caratteristiche di lotta e temperamento, utili sicuramente per una Salernitana che dovrà avere spirito battagliero

630
0
Iron Gomis
Iron Gomis (Photo by Ahmad Mora/DeFodi Images via Getty Images)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Iron Gomis, classe ’99 francese, è il colpo a sorpresa messo a segno da Walter Sabatini nell’ultimo giorno di mercato pronto a sostituire il partente Jovane Cabral, fresco partente (dopo una non indimenticabile parentesi granata) verso il campionato ellenico.

Il 24enne nato a Marsiglia è pronto per una nuova avventura dopo i 6 mesi trascorsi nella Süper Lig dove, con il Kasimpasa, ha collezionato 21 presenze (13 da titolare) mettendo a referto 1 gol e 4 assist in stagione. Era arrivato in Turchia questa estate a titolo gratuito dall’Amiens, club militante in seconda divisione francese, campionato nel quale ha collezionato la gran parte delle sue presenze in carriera (99 con 6 gol e 6 assist). 

Non è un trequartista puro, bensì trova la sua zona di comfort sfilando lungo la linea laterale. Un vero e proprio esterno d’attacco adattabile anche come esterno di centrocampo a tutta fascia. Di piede destro, è stato impiegato per la maggior parte della sua carriera indistintamente sia sulla fascia destra che sulla quella sinistra. 

Non eccessivamente strutturato (1.82 cm), Gomis vanta comunque di ottime doti fisiche: a campo aperto con spazio da attaccare alle spalle della difesa avversaria può sicuramente dar sfogo alla sua forza e velocità, bigliettino da visita del francese utile in entrambi le fasi grazie alla sua duttilità, confermati anche nei numeri difensivi dove compie in media 2.8 recuperi a partita vincendo quasi il 50% dei contrasti. 

Caratteristiche di lotta e temperamento, utili sicuramente per una Salernitana che dovrà avere spirito battagliero per poter sperare nella salvezza, ma che dovranno essere coadiuvate anche da efficacia e numeri offensivi che il classe 1999 ha fatto intravedere nella sua ultima parentesi di turca e che dovranno essere confermati e (si spera) migliorati.