Home Editoriale La moviola di Salernitana Empoli

La moviola di Salernitana Empoli

Nell'anticipo del Friday Night la spunta l'Empoli: promosso, a pieni voti, l'arbitro Mariani!

346
0
A cura di Luca D'Urso
A cura di Luca D'Urso
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ad inaugurare la ventiquattresima giornata del campionato di massima serie è stato l’anticipo del “Friday Night”, Salernitana Empoli: ultima e penultima della classe, in quel che può definirsi – a tutti gli effetti – un vero e proprio scontro salvezza. A vincere sono stati gli uomini dell’ex Davide Nicola, grazie ad un 1-3 a dir poco letale, che costa – di fatto – la panchina a Filippo Inzaghi (a breve l’ufficialità dell’esonero).

Team arbitrale: Maurizio Mariani di Aprilia coadiuvato da Di Iorio e Palermo; quarto ufficiale Zufferli, al Var Irrati e Sozza.

Passiamo alla moviola

Al 15′ Candreva (S) entra in contatto con Bereszyński (E) all’interno dell’area di rigore ospite: Mariani, molto vicino all’azione, lascia proseguire il gioco. Semplice contrasto di gioco tra i due calciatori. Decisione corretta.

Al 16′ Cambiaghi (E) entra in contatto con Boateng (S) all’interno dell’area di rigore locale: Mariani, anche in questo caso, lascia proseguire il gioco. Stesso metro adottato appena un minuto prima. Metro di giudizio lineare e insindacabile!

All’85’ Fazzini (E) dà il via ad una pericolosa azione in solitaria che culmina all’interno dell’area di rigore salernitana: a contrastarlo, irregolarmente, è Pellegrino (S). Mariani non ha alcuna esitazione e assegna un penalty a favore degli ospiti. Decisione corretta. Intervento negligente del difendente argentino.

In conclusione, la prestazione di Mariani e del suo team arbitrale è assolutamente da promuovere.

Articolo precedenteInzaghi esonerato. È caccia al sostituto. Ballardini e Semplici in pole, ma potrebbe uscire il nome a sorpresa…
Articolo successivoAl capezzale di una Salernitana disperata, Liverani spera di eguagliare il fantastico biennio di Lecce
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]