Home News C’è Marino, la Salernitana cerca un bis…

C’è Marino, la Salernitana cerca un bis…

I precedenti tra Pasquale Marino e la Salernitana. Finora, il tecnico della SPAL ha person una sola volta in casa con i granata

629
0
Marino
Fonte: calcionew24.com
Tempo di lettura: 2 minuti

Tutto pronto per la sfida “ad alta classifica” di questa sera tra Salernitana e SPAL al “Mazza” di Ferrara. Sulla loro strada, dunque, i granata incontreranno ancora una volta Pasquale Marino, attuale tecnico degli spallini. Il bilancio complessivo, fino a questo momento, non sorride ai granata. Nei nove precedenti, tutti in Serie B, tra la Salernitana e Marino, infatti, il trainer nativo di Marsala è uscito vittorioso in ben cinque occasioni, tre delle quali tra le mura amiche. A parte nell’unico pareggio al “Menti” di Vicenza a reti inviolate, quando Marino sedeva sulla panchina biancorossa nella stagione ’15-’16, i granata hanno raccolto punti in soli tre precedenti, conquistando l’intera posta in palio, lontano dall’Arechi, in un’unica occasione.

Il primo precedente risale alla stagione 2004-’05, l’ultima dell’era Aliberti. In quell’occasione, i granata di Gregucci si imposero per 2-0 sull’Arezzo di Marino con le reti di Zaniolo e Benjamin Onwuachi. Nella gara di ritorno, invece, gli amaranto toscani piegarono i “Gregucci boys” per 1-0 grazie al gol siglato da Gionatha Spinesi, oggetto del desiderio granata, praticamente ad ogni sessione di calciomercato, nei primi anni duemila.

Dopo dieci anni di “stop”, con Marino in A sulle panchine di Catania, Udinese, Parma e Genoa, arriva il primo, e finora unico, trionfale successo della Salernitana in trasferta. Nella stagione 2015-’16, i granata di Bollini asfaltarono il Frosinone al vecchio “Matusa” con un perentorio 3-1, grazie alla rete di Rosina e alla doppietta di Coda. Nelle restanti quattro gare, invece, lo score è in favore dell’ex trainer del Catania, con tre vittorie e una sola sconfitta. Successo per 2-0 con il suo Brescia al “Rigamonti” per effetto dell’autorete di Vitale e il gol di Caracciolo nel 2017 e con il suo Spezia per 2-1 l’anno successivo, intervallate dall’hurrà granata firmato Ricardo Bocalon, proprio nella gara d’andata contro i liguri, per 1-0.

L’ultimo, infausto per i colori granata, precedente risale alla scorsa stagione, quando Marino sedeva sulla panchina dell’Empoli. Gara, vinta per 4-2 dai toscani anche grazie a due clamorose topiche di Alessandro Micai, che ha condizionato, e non poco, il cammino degli uomini di Ventura verso i play-off.

Articolo precedenteSerie B, Nicchi mette in fuorigioco il Var: “Ad oggi è impossibile”
Articolo successivoSerie B, la presentazione della 7/a giornata
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.