Home News Salernitana, -5 alla Cremonese: Castori aspetta i nazionali e notizie dall’infermeria

Salernitana, -5 alla Cremonese: Castori aspetta i nazionali e notizie dall’infermeria

Squadra in campo al Volpe in mattinata. Ancora tre possibili recuperi tra gli infortunati, con due dubbi di formazione

368
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Continua il lavoro della Salernitana verso la sfida di lunedì sera contro la Cremonese: questa mattina i granata hanno lavorato al campo Volpe, dove dopo un riscaldamento tecnico hanno svolto delle esercitazioni tattiche. Castori attende indicazioni fondamentali dagli infortunati, sperando di recuperare il maggior numero possibile di calciatori ad oggi indisponibili: contro i grigiorossi André Anderson sarà della partita, mentre Gondo potrebbe recuperare dopo un mese di stop. Non ci sarà certamente Lombardi, mentre Karo ha sofferto un problema fisico in Nazionale ma dovrebbe essere regolarmente a disposizione. I due dubbi principali in chiave formazione sono certamente legati alle condizioni di Lopez e Schiavone.

Ovviamente, l’eventuale assenza di entrambi comporterebbe la necessità di due ricambi all’altezza: sulla fascia sinistra Veseli è il principale candidato per rimpiazzare il terzino uruguagio (come già accaduto a Ferrara), mentre in mediana Capezzi potrebbe avere un’occasione da titolare. Occhio però a Dziczek, che dopo un minutaggio esiguo in questo avvio di stagione vuole finalmente irrompere nei meccanismi di una Salernitana che, ad oggi, ha obiettivamente denotato la mancanza di un vero e proprio regista puro.

Proprio per questo saranno fondamentali le prossime 48 ore, in cui il tecnico riavrà a disposizione il polacco e tutti gli altri calciatori attualmente in giro per l’Europa: Dziczek e Karo dovrebbero rientrare in gruppo già da domani, successivamente toccherà a Veseli, Gyomber e Belec, che oggi giocano l’ultima gara con le rispettive Nazionali prima di poter fare ritorno a Salerno. I granata torneranno ad allenarsi domani pomeriggio.

Articolo precedenteVentura: “A Salerno missione compiuta”
Articolo successivoClaudio Lotito, la nobile arte del parlare a vanvera.
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.