Home News Chievo, Aglietti: “Salernitana squadra fisica e di qualità”

Chievo, Aglietti: “Salernitana squadra fisica e di qualità”

Verso Salernitana-ChievoVerona, le parole in conferenza stampa pre-match del tecnico clivense Alfredo Aglietti

765
0
VERONA, ITALY - JULY 31: Alfredo Aglietti, head coach of Chievo Verona, looks on during the serie B match between Chievo Verona and Pescara Calcio at Stadio Marcantonio Bentegodi on July 31, 2020 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images for Lega Serie B)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Al termine della seduta di rifinitura, il tecnico del ChievoVerona, Alfredo Aglietti, in conferenza stampa ha presentato la prossima gara di campionato di domani, che vedrà i clivensi affrontare la Salernitana all’Arechi. Queste le parole del trainer gialloblu:

«Quello di domani è uno scontro importante e abbiamo quasi tutti a disposizione, tranne Gigliotti e Colley. Credo che la squadra abbia avuto una crescita mentale, perchè dimostra di leggere e capire la partita. Dopo lo spavento e la rete che subiamo, non c’è più la preoccupazione di subire la seconda. L’anno scorso non avremmo vinto partite insidiose come, ad esempio, contro Entella e Pescara, squadre che sono in basso in classifica, ma che hanno comunque dei valori. Siamo bravi a reagire ai momenti della partita e a mettere da parte la preoccupazione. In ogni caso, abbiamo ancora ampi margini di miglioramento.»

Sulla Salernitana: « Loro sono una squadra fisica e di qualità, verticalizzano il prima possibile sui centimetri di Djuric o sulla velocità di Tutino e Gondo, e di conseguenza sviluppano la situazione successiva. Puntano a fare un campionato importante, come dimostrato dal mercato. Dovremo farci trovare pronti sulle palle sporche, in modo da pareggiare la loro cattiveria e fisicità. Se riusciremo in questo potremo metterli in difficoltà facendo il nostro calcio.»

Articolo precedenteStipendi anticipati ed inutili bacchettate
Articolo successivoSalernitana, la probabile formazione: tornano Tutino e Casasola, rebus corsia mancina
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.