Home Breaking news Coda: “Sfida con la Salernitana diversa dalle altre. Se segno non esulto”

Coda: “Sfida con la Salernitana diversa dalle altre. Se segno non esulto”

Le parole in conferenza stampa di Massimo Coda sulla sfida tra Lecce e Salernitana di venerdì prossimo al "Via del Mare"

1849
0
Massimo-Coda-esultanza
Fonte: leccezionale.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Intervenuto in conferenza stampa, Massimo Coda ha parlato del prossimo match che attende il suo Lecce contro la Salernitana al “Via Del Mare”. Una sfida che, visti i suoi trascorsi in maglia granata, per il bomber metelliano non può essere come tutte le altre:

«La partita con la Salernitana per me non sarà mai come le altre, perché a loro mi legano ricordi unici. Mi sono fatto voler bene da un popolo che, essendo io di Cava de’ Tirreni, poteva essere rivale, ma con il sacrificio, il lavoro e l’impegno li ho conquistati. Mi arrivano ancora messaggi d’affetto da Salerno. Niente spazio ai sentimentalismi, però, perché ora c’è una gara importante da giocare.»

E in caso di gol, l’ex numero 9 granata risponde: «Dovessi segnare non esulterei perché ho un grande rispetto verso la tifoseria granata. Non ho un modo particolare di celebrare, preferisco coinvolgere i compagni. Mi hanno sempre detto di trovarne una, ma non mi interessa molto. Quella con Gallo nasce dal semplice fatto che andando in macchina in allenamento spesso balliamo ascoltando musica, e ci siamo detti di riproporre il tutto in campo.»

Sulla gara di venerdì: «Sarà una gara difficile, dura, complicata contro una squadra fortissima. Sarà una partita tosta, li ho visti contro il Brescia ed anche in quell’occasione mi ha impressionato la loro solidità. Venendo da queste quattro vittorie siamo aiutati nel preparare queste tipo di sfide. Dopodiché la gestiremo come abbiamo sempre fatto al Via del Mare cercando di colpire il prima possibile spingendo subito al massimo. Chi conosco di loro? Ne sono rimasti pochi, su tutti Mantovani.»

In conclusione, sugli obiettivi futuri: «Il mio obiettivo ora è solo la Serie A. Poi vorrei avere un’opportunità “alla Ciccio Caputo“. Intendo avere l’occasione di essere una primadonna nell’attacco della squadra con cui sono stato promosso, di avere la continuità di utilizzo al centro del progetto in entrambe le categorie, sempre mettendomi a disposizione di mister, squadra e compagni.»

Articolo precedenteBelec, ultimo impegno in Nazionale prima di rientrare a Salerno per il big match di Lecce
Articolo successivoIl Giro Granata – 11/03/2015, a Lecce un volo di Colombo per la B
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.