Home Prima Squadra Salernitana – Frosinone: le friarielle

Salernitana – Frosinone: le friarielle

641
0
Tempo di lettura: 2 minuti

BELEC 113: Chi rorme cchiù, cu chesta voglia ‘e me vasà na vocca bell, si coccheruna m’allisciass a manuvell, cu sta canzone muta e mo chi rorme cchiù?!??! M’aggio accattat nu putipù pe fa nu pesc mman a meno che non me lo fai tu, pe fa na serenata dedicata a su ciel blu e damme nu randevù sto ascenn pazz… TELEFONA A STU CAZZ!!!

MANTOVANI 0.0: M’aggio accattato na giacca ‘e pelle na settimana intera di lavoro p’asci cu tte!!! E tu chissà se vieni appuntamento e si stasera nun acchiappo ‘e pale, chi m’ho può dì?!?!? Ammor mìì!!!!

GYOMBER 41 BIS: Vita mia, tu si cuntent, cu’ sti pier rind’o cement e mi dici – “Sei un duuro!! – si te faccio cap e muro, o per farti divertire io te facc n’uocchj nir!

VESELI 8.45: O’ nnammurat mij Giggin ‘o bell è n’omm assai gelus.. Se scopre se per caso tu m vien a dà fastidio, cu nu pacchero t spezza tutto l’osso del tuo collo, poi t fa na polpettina piccolissima così!!!

CASASOLA PIAZZATO: Era un bel giorno di Pasqua, andavo a cogliere l’insalataa… O’ ciuccio carev malat e nun avevo comme fa!!!

COULIBALY 1.2: Quando lei andava a far la spesa, nu’ carrell chien nun bastav, tutte le banane a casa se purtava. Se Mari guardava la tv, la Chiquita dal bollino blu!!

DI TACCHIO 37: A rascat dint’ o specchietto, a sgametta a copp ‘o mezz, dint ‘e rin pa mazz e’ fierr, a curriata pa caten… JAMMO A C’APPICCICA’, JAMMO A C’APPICCICAA’

KIYINE 126: Ma quanto è fico quello lì, ma guarda che magliette e che jeans, mi piace un frego quello lì, è un fico fico ma proprio fico!!! Che fico (Che fico) entrare in una discoteca ballare, saltare, ballare da morire poi bere, impazzire, giocarsi una fortuna in aranciate e del resto non mi importa!!!

KUPESCIO 1.01: A CHI LO DOOOO STASERAAA QUESTO PUPARUOLOOOOO OH!

TUTINO 0.8: Grattacieli di qua e di là, capitale del varietà. Chi è che fa concorrenza a Hollywood, qual è il posto più bello del Sud?? SECONDO ME SECONDIGLIANO!!!

A. ANDERSON 777 DEL TELEVIDEO: Sono un adulto, malgrado tutto s ric in giro ca so curt, mangiando a tavola ad un cenone m’aggia assettà ngopp u seggione, se vado in bici in Villa Comunale tozz pe recchj c’o pedale.

CASTORI 808: Era alto così, era grosso così, lo chiamavan Bombolo. Si provò di ballar, cominciò a traballar, fece un capitombolo. Ruzzolò di qua, rimbalzò di là come fa una palla. Per destin fatal, cadde in un canal ma rimase a galla.

CAPEZZI CICERELLI DJURIC JAROSECCHIO SCHIAVONE QUARANTASETTEMILAOTTOCENTODICIANNOVE: Io, in tutta onestà non ho parole né canzoni, forse una la tengo. Ragazzi, so che leggete e so pure che è la sera di Pasquetta e purtroppo avete contribuito a farmi fare come la proccola, vi perdono. Il fatto è che mi sono scordato quello che vi volevo dire, quindi mo vi metto una canzone a capocchia così m vag a cuccà, anche perché sono le 01.47 e io tengo un’età non indifferente, si so 31 ann nient i che, ma teng suonn u stess. Mo devo pensare a che canzone menare qua sotto, che emma fa? Na cosa bella o na fetenzia? Facimm na cosa bell, ja!

Articolo precedenteLa svolta di Castori: versatilità tattica e più estro per scrivere la storia
Articolo successivoAnsia Coulibaly, nel pomeriggio il verdetto
Nato nel '90. Due passioni governano i moti del cuore e, molto spesso, confluiscono l'una nell'altra: Salernitana e poesia.