Home News Speciale “Taccuino avversario” – Rossi (Diarionerazzurro.it): “Finalmente Salernitana-Atalanta in Serie A. Lotito?...

Speciale “Taccuino avversario” – Rossi (Diarionerazzurro.it): “Finalmente Salernitana-Atalanta in Serie A. Lotito? Non mi è simpatico, ma gli vanno dati dei meriti. Ed è folle pensare a una non iscrizione dei granata. Chi della Dea vedrei a Salerno?”

348
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Ritorna “Taccuino avversario“, la rubrica che dà spazio a giornalisti che seguono abitualmente le altre squadre del torneo che disputa la Salernitana. E ritorna in una versione speciale. Scopriamo assieme, infatti, cosa pensano le altre 19 piazze della Serie A 2021/2022 del ritorno della Bersagliera nel massimo campionato attraverso 19 autorevoli voci. Iniziamo questo viaggio, partendo, in rigoroso ordine alfabetico, dall’Atalanta. E a “rappresentare” la Dea ci pensa Luca Rossi, di Diarionerazzurro.it

Ciao Luca. Allora, la Salernitana ritorna in A. Quanto è mancata e cosa può dare una piazza come Salerno al massimo campionato?
Ciao. Beh, la Salernitana in serie A mi porta indietro negli anni delle superiori. Uno dei miei più cari amici dei tempi delle superiori era tifoso del Milan ma anche Granata e fu un evento incredibile per lui, una beffa per me invece non poter disputare in A il nostro “derby” che però fu poi riproposto in varie occasioni negli anni successivi ma in cadetteria e che noi atalantini ricordiamo comunque sempre molto volentieri. Io personalmente sono molto legato alle realtà meno abituate alla serie A che approdano nella massima serie. Prendo l’esempio dello spezia quest’anno per cui non nascondo di aver fatto il tifo per la conquista di una salvezza che in un calcio fatto di milionari è sicuramente una bella pagina da poter raccontare. Con la prossima stagione che vedrà Salernitana, Empoli, Spezia e Venezia credo ci sarà da divertirsi davvero“.

La gioia per la promozione in città è comunque contenuta. Perché si accompagna all’ansia su come si risolverà la questione legata alla multiproprietà, stando anche alle parole di Gravina in merito. Come credi si risolverà secondo te?
Mentirei nel dire che Lotito mi risulti simpatico, ma bisogna dargli atto che ha rilevato la Salernitana dopo esser praticamente fallita, mentre la Lazio era vicinissima a farlo. Ora la prima la ha riportata in A dopo tantissimi anni, la seconda mi pare non se la passi malaccio (e anche qui da atalantino ahimè una coppa l’ha proprio vinta a spese nostre). Non credo a soluzioni o deroghe, penso che a giorni arriveranno le novità che tutti i tifosi granata attendono in merito al passaggio di proprietà… e con un mediatore del calibro dello stesso Lotito in mezzo credo che la vendita avverrà solo a determinate circostanze e garanzie. Ritengo folle pensare che la squadra rischi di non essere iscritta al prossimo campionato per una vicenda che deve essere risolta. Senza se e senza ma“.

Ovviamente, l’obiettivo dei granata sarà centrare quella che sarebbe la prima storica salvezza nel massimo campionato. Quali saranno secondo te le avversarie dirette?
Come detto in precedenza… beh la serie A che verrà ha con se tante piccole realtà: Empoli a Venezia, Spezia e la stessa Salernitana giocheranno un piccolo campionato interno per non restare invischiati nelle zone basse, ma io non do mai per spacciato nessuno prima di vederlo all’opera… e poi attenzione alle “sorprese”. Quest’anno il Parma, il Toro che ha rischiato sono all’ultimo e una Viola in palese difficoltà fino alle ultime giornate insieme al Cagliari… chi l’avrebbe pronosticato? Vale sempre un po’ il discorso inverso… chi (tranne il sottoscritto, e tu ne sei il testimone!) avrebbe pronosticato la Salernitana in A quest’anno? Il calcio è bello proprio per questo!

Dove la società (ammesso di sapere quale sia) dovrà intervenire per rafforzare la rosa?

La società deve puntare sullo zoccolo duro di ragazzi che la ha portata in serie A. Perché lo meritano in primis e perché stravolgere la squadra e puntare su “nomi noti” o peggio ancora bolliti in cerca di rivincita non sempre funziona. Il Monza ne sa qualcosa in questo campionato di B appena concluso mi pare… punterei ad un innesto mirato e con esperienza per reparto, ma senza alterar una rosa di ragazzi che hanno costruito un piccolo miracolo sportivo. E lo Spezia insegna…

Capitolo Atalanta. Soddisfatto della stagione della squadra di Gasperini? E cosa ti aspetti dal prossimo anno?
Solo un matto non potrebbe essere soddisfatto di aver centrato per il terzo anno di fila il terzo posto in classifica ed annessa qualificazione in champions League. Resta sicuramente l’amaro in bocca per la finale persa con la Juve. Episodi arbitrali a parte (che io reputo sempre come contorno, ma quasi mai come delle scusanti), il secondo tempo della partitissima di coppa giocato davvero in modo non all’altezza delle qualità di questa squadra, rimane ancora un mistero per un tifoso come me. Il secondo posto sfumato all’ultima giornata non mi pesa più di tanto: il secondo è sempre il primo dei perdenti…

In conclusione, quale elemento “in esubero” della rosa della Dea vedresti in granata?
Se non gli verrà data una chance in prima squadra, io terrei buono il nome di Reca per la fascia (il ragazzo tra Ferrara e Crotone negli ultimi due anni è cresciuto tanto, ma quando davanti ti ritrovi intoccabili come Gosens ed Hateboer è dura…) e quello di Lammers per l’attacco (vale lo stesso discorso fatto sopra: se hai davanti Muriel che quando entra fa minimo due gol e Zapata… diventa dura): ad inizio stagione aveva fatto veder anche cose buone, poi è sparito dai radar con il recupero dei titolarissimi. Per la difesa invece occhio a Sutalo, che probabilmente verrà mandato in giro a giocare… ma ad oggi appare un po’ una scommessa per chiunque“.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.