Home Editoriale BOCCHINI CARICA IL GRUPPO: “MAI PERDERE LA TESTA”

BOCCHINI CARICA IL GRUPPO: “MAI PERDERE LA TESTA”

La rosa a disposizione, nonostante necessiti di essere ampliata e rinforzata, quasi in tutti i reparti, dimostra tonicità e spirito di sacrificio durante le sedute d'allenamento vissute finora.

827
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La seduta d’allenamento di questo pomeriggio, dopo le numerose ripetute del mattino, vede la squadra di mister Castori, l’ultima mezz’ora d’allenamento, divisa in due gruppi – 6 contro 6 – volti a disputare una partitella per mettere in pratica gli esercizi e gli schemi tecnico-tattici provati, con attenzione, questa mattina. I ragazzi sono apparsi fisicamente tonici. La partitella si è conclusa per 5 a 3 a favore dei calciatori con la casacca arancione. Sono andati a segno: Cavion – firmando una tripletta – Sy e Veseli, mentre per l’altra squadra – i gialli – hanno segnato Jaroszynski e Di Tacchio (doppietta).

Al triplice fischio, i mister sono apparsi abbastanza soddisfatti per l’impegno profuso da parte della squadra nel rettangolo di gioco. Sia Castori, ma soprattutto il tecnico Bocchini hanno motivato con grinta tutti i calciatori. Radunandoli al centro del campo, proprio quest’ultimo ha proferito parole che hanno congedato, incentivato e caricato il gruppo affermando : “ragazzi, bene così, non dobbiamo smettere di crescere. Ciò che conta è non perdere mai la testa, mai”!!!

Inoltre, la squadra sembra si stia compattando giorno dopo giorno, in primis capitan Di Tacchio si sta impegnando duramente affinché la coesione del gruppo possa essere continuamente alimentata, nonostante, la rosa sia ancora sguarnita e debba essere inevitabilmente arricchita.

Infine, hanno continuato a svolgere allenamento differenziato Gyomber, Bogdan e Boultan, mentre, prima dell’avvio della partitella Obi e Strandberg sono stati traferiti nel campo 2 d’allenamento per dedicarsi a ripetute di corsa con cambi di direzione ed accelerate.

Articolo precedenteMercato, un arrivo e una partenza: Strandberg firma, Fella saluta
Articolo successivoFABIANI RAGGIUNGE CASCIA ED INAUGURA LA MATTINATA INDICENDO UNA CONFERENZA STAMPA
Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, salernitana dalla nascita. Per varie vicissitudine, sono espatriata a Genova da quando avevo 21 anni, nel capoluogo ligure esercito la professione di insegnate. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature, non trascuro i dettagli. L'ottimismo, la curiosità, la follia, l'intraprendenza ed il sorriso sono caratteristiche di cui non posso fare a meno. Tra le gioie più grandi della mia vita rientra mia figlia: Martina. La pallavolo, la scrittura, i viaggi e la Salernitana sono le mie principali passioni. La benzina delle mie giornate risiede in tre espressioni che non cesso mai di ripetere a me stessa e agli altri: " VOLERE è POTERE, CARPE DIEM e PER ASPERA AD ASTRA"!!!