Home Breaking news Salernitana, salutano ufficialmente tre calciatori

Salernitana, salutano ufficialmente tre calciatori

Rescissione consensuale per Firenze, Giannetti e Musso. Futuro in bilico per Kristoffersen, Schiavone, Aya e Kalombo

7995
0
Fonte: Seriebnews.com
Tempo di lettura: < 1 minuto

Attraverso un comunicato ufficiale diramato pochi minuti fa, la Salernitana ha annunciato la rescissione consensuale per tre calciatori, ormai da tempo, ai margini del progetto. Si tratta del centrocampista Marco Firenze e degli attaccanti Niccolò Giannetti e Antonino Musso, legati, fino ad oggi, al club granata con un altro anno di contratto. Questo il comunicato del club di via Allende:

«L’U.S. Salernitana 1919 comunica di aver risolto consensualmente il rapporto contrattuale con i calciatori Niccolò Giannetti, Marco Firenze e Antonino Musso.»

Stesso destino che, molto probabilmente, toccherà agli estremi difensori Guido Guerrieri e Antonio Russo. Nessuna novità, invece, per quanto riguarda Kristoffersen, seguito dal Cosenza, Schiavone, Kalombo e Aya (che piace al Benevento). Novità che, eventualmente, sono attese non prima delle battute finali del calciomercato.

Articolo precedentePunto sulla Serie A – Pre Campionato
Articolo successivoFirenze saluta Salerno: “Vi porterò sempre nel cuore”
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.