Home Editoriale Sarri ai microfoni di Dazn: «Siamo una squadra in crescita».

Sarri ai microfoni di Dazn: «Siamo una squadra in crescita».

La Lazio incassa l'intera posta in palio ai danni della Salernitana che viene fermata da due legni.

436
0
Tempo di lettura: 2 minuti
Maurizio Sarri

Al termine della gara tra Lazio e Salernitana, le parole di Maurizio Sarri:

Mister è soddisfatto della prestazione della Lazio?

“Dopo il vantaggio, abbiamo continuato a giocare bene, non era così scontato. L’atteggiamento dei ragazzi è stato propositivo, diversamente da altre gare che abbiamo disputato”.

La certezza della Lazio è immobile?

“È un finalizzatore atipico. Lui è a disposizione della squadra. Ha una bella conduzione di gioco, è un capitano a tutti gli effetti. Nello spogliatoio è l anima della squadra. Ciro è davvero un ragazzo straordinario”.

Dalla partita di bologna cosa è successo alla squadra, in cosa è cambiata la squadra?

“Abbiamo parlato e dato un’occhiata allo storico di questa squadra. Abbiamo guardato gli allenamenti degli ultimi anni, gli alti e bassi da un paio d anni sono una costante. L’approccio alle partite va organizzato minuziosamente. Dobbiamo avere più continuità, non bastano le reazioni momentanee. Durante gli allenamenti i ragazzi mi fregano spesso. Fanno grandi allenamenti, mentre, in partita a volte non c’è la stessa prestazione. Comunque, la sensazione che ho con questi uomini è buona”.

Luis Alberto inizialmente non ha avuto reazioni positive con Lei?

“Se io ho qualcosa da dirgli lo faccio senza filtri, questo atteggiamento non lo ha accettato e compreso da subito. Inizialmente gli risultava strano, ora ha capito chi sono e come sono fatto. La convivenza diventa più facile quando ci si conosce e ci si capisce a fondo”.

Che valore ha il rinnovo del contratto?

“Non saprei che dirti. È ancora in embrione. Se il presidente mi chiamerà nei prossimi giorni ne parleremo. Sto bene a Roma, l tifoserie è appsasionata, paziente”.

Bella come quella di Napoli?

Napoli è un mondo a parte. Ciò che ti fa provare Napoli in poche altre realtà è replicabile, sono contento per ciò che sta ottenendo e vivendo Luciano”.

Articolo precedenteDa salvare gli inizi dei due tempi, poi gli errori difensivi facilitano il compito della Lazio
Articolo successivoColantuono: «Oggi abbiamo osato ma, la sorte non è stata benevola»
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!