Home Breaking news Sky, Compagnoni: “La Salernitana ha bisogno di chiarezza societaria”

Sky, Compagnoni: “La Salernitana ha bisogno di chiarezza societaria”

Le opinioni del giornalista di Sky, Maurizio Compagnoni, sul difficile momento attraversato dalla Salernitana

2936
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Undici sconfitte in quindici gare. Undici gol fatti e trentuno subiti. Questo lo score, che non ha bisogno di commenti, della Salernitana targata Claudio Lotito, Marco Mezzaroma e Angelo Mariano Fabiani nel massimo campionato. Una massima serie tanto attesa e agognata, ma che sta trasformandosi, gara dopo gara, in una lenta agonia. A quattro giornate dal giro di boa, la Salernitana versa in una condizione che rischia di diventare persino imbarazzante. “Merito” di chi, in barba a qualsivoglia tipologia di buon senso, anche quest’anno ha avuto l’onere, ma soprattutto l’onore, di costruire la squadra in sede di mercato.

Gli unici a salvare la faccia, come al solito, sono i tifosi, che continuano romanticamente, e ostinatamente, a riempire gli spalti dell’Arechi e a seguire in massa la squadra in trasferta. Meravigliosa la coreografia inscenata ieri sera prima del fischio di inizio di Salernitana-Juventus. Ma si sa, purtroppo, spesso e volentieri “l’ammore overo” non basta.

A tal proposito, questo pomeriggio, il noto giornalista di Sky, Maurizio Compagnoni, ha espresso il suo parere sul momento difficile attraversato dalla compagine di Stefano Colantuono, soffermandosi anche sulla gara di ieri: «La Salernitana contro la Juventus ha fatto una partita commovente, figlia di una situazione societaria paradossale. Hanno scelto di non fare mercato, e tutto ciò, francamente, mi pare inconcepibile. C’è un assoluto bisogno di innesti a gennaio per salvare il salvabile».

In conclusione, non poteva mancare l’elogio alla piazza salernitana: «E’ un peccato perché lì c’è un ambiente splendido, i tifosi sono incredibili. Salerno merita ben altro».

Articolo precedente“La moviola di Salernitana – Juventus”.
Articolo successivoSalernitana, ripresi gli allenamenti: da valutare Ribery e Strandberg per San Siro
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.