Home News Cozzi (CanaleSassuolo.it): “A Salerno un Sassuolo lanciato, granata all’ultima spiaggia”

Cozzi (CanaleSassuolo.it): “A Salerno un Sassuolo lanciato, granata all’ultima spiaggia”

1106
0
coreografia tifosi Sassuolo Supporters Reggio Emilia 17-05-2015 Mapei Stadium Football Calcio Serie A 2014/2015 Sassuolo - Milan Foto Image Sport/Insidefoto
Tempo di lettura: 2 minuti

In vista di Salernitana-Sassuolo di domani, chiediamo lumi per quanto riguarda l’ambiente neroverde a Martino Cozzi, giornalista della testata CanaleSassuolo.it

Che Sassuolo vedremo all’Arechi?
Sarà un Sassuolo lanciato. Una squadra che vuole continuare il filotto di vittorie e dimostrare di essere in costante crescita. Costanza è la parola che viene ripetuta più volte in casa neroverde: la squadra ha tanti ragazzi alle prime armi e spesso ha dimostrato dei cali. In questo momento, l’obiettivo è dare più continuità di risultati possibile. Nonostante le tante assenze, chi ha giocato sta facendo bene e le ultime dieci partite della stagione possono servire a dare meno spazio anche a chi ha giocato meno“. 

Questo filotto di vittorie porta in dote speranze per un eventuale sprint europeo oppure rimpianti perché il distacco è già elevato?
Sin da inizio anno, l’obiettivo è confermare l’ottavo posto della passata stagione. Qualora dovesse arrivare qualcosa di più grande, verrà ovviamente accolto a braccia aperte. Ad oggi, non credo che si stia pensando all’Europa: quest’anno è ripartito un ciclo completamente nuovo e ci sono tanti giocatori giovani che sono titolari fissi. Era normale aspettarsi qualche difficoltà. Ma non dimentichiamoci che, ad oggi, il Sassuolo ha gli stessi punti della passata stagione. Sarà un gran bel finale di campionato“.

La vicinanza temporale con gli spareggi della Nazionale unito al clima agonistico dell’Arechi potrebbe inconsciamente far “tirare indietro la gamba” ai vari Berardi, Scamacca, Raspadori?
Non credo proprio. Domenico, Gianluca e Giacomo sono tre professionisti esemplari e daranno tutto per portare a casa la gara di sabato. Sicuramente, un occhio a riguardo degli spareggi c’è, non può essere altrimenti, ma in questo momento sono tutti e tre concentrati a far bene con il club neroverde. Sabato sarà un’altra gara fondamentale: innanzitutto, in caso di vittoria, i neroverdi raggiungerebbero quota 42 punti portando a casa l’ennesima permanenza in Serie A“. 

Salernitana: col Sassuolo ultima spiaggia?
Se non lo è, poco ci manca. Restano dieci partite alla fine e i punti di distacco dalla quart’ultima iniziano ad essere tanti. Molte squadre in lotta per la salvezza stanno vivendo un trend negativo, mentre la Salernitana, tolta la sconfitta con l’Inter, sta passando un buon periodo. Sicuramente, vincere con il Sassuolo sarebbe un grande slancio emotivo. Nicola sa bene quanto gare come queste possano essere decisive per la salvezza“.

Come giudichi l’avvento di Iervolino nel calcio?
È una scelta che mi ha sorpreso. Sicuramente, il fatto che sia riuscito a salvare la Salernitana dall’esclusione dal campionato è un bene per la piazza. Credo, però, che a prescindere di come vada a finire questa stagione, se decidesse di confermare Sabatini farebbe un grande colpo. Nel caso di retrocessione, avrebbe sin da subito la possibilità di ripartire con un progetto ragionato. Subentrare in corsa non è mai facile“.

In conclusione, un calciatore potenzialmente decisivo per parte
In casa neroverde, direi Traorè. Sta vivendo un grandissimo momento e, forse, sta raggiungendo quella maturità che tutti si aspettavano da tempo. Dionisi punta tantissimo su di lui e il prolungato infortunio di Djuricic lo sta aiutando a trovare sempre più spazio.
In casa granata, invece, punterei su Verdi. Le qualità le ha, è evidente, ma fino ad ora nella sua carriera non ha resto come ci aspettava. Salerno può essere una grande vetrina per lui e, se vuole rimanere a giocare ai livelli della Serie A, deve dimostrare di poterlo fare trascinando la Salernitana
“.