Home News Salernitana, Nicola sceglie la continuità contro la Dea: ancora 3-5-2, chance per...

Salernitana, Nicola sceglie la continuità contro la Dea: ancora 3-5-2, chance per Dragusin

Il rumeno rimpiazzerà Ranieri in difesa. Bonazzoli tornerà titolare al fianco di Djuric

1065
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Squadra che vince non si cambia, almeno per quanto possibile. Questo l’indirizzo di Davide Nicola, pronto a presentare anche a Bergamo una Salernitana molto simile a quella vittoriosa per 2-1 sulla Fiorentina. Nonostante le tre partite da disputare in appena sette giorni, il tecnico confermerà a grandi linee il 3-5-2 schierato una settimana fa. A pesare sarà però l’assenza di Ranieri, out per un problema al flessore.

Al posto dell’ex viola, il cui forfait si aggiunge a quello di Radovanovic, ci sarà Dragusin: il rumeno ritroverà così una chance da titolare dopo ben sei panchine consecutive. Il classe ’02 di proprietà juventina – in campo l’ultima volta il 10 aprile a Roma da subentrato – affiancherà Fazio e Gyomber, completando il terzetto a protezione di Sepe.

Nessuna novità è attesa in mediana, dove il rischio turnover potrebbe invece concretizzarsi contro il Venezia. Ancora spazio quindi agli insostituibili Ederson, Bohinen e Lassana Coulibaly, mentre Kastanos sarà la prima alternativa dalla panchina. A destra conferma per l’inamovibile Mazzocchi, mentre sull’out mancino Zortea è favorito su Ruggeri in un ballottaggio tutto tra calciatori di proprietà atalantina.

In avanti mancherà Ribery ma è convocato Verdi, arruolabile dopo essere uscito anzitempo contro la Fiorentina. In ogni caso il numero 10 scivolerà in panchina, facendo spazio al ritorno tra i titolari di Bonazzoli, match winner contro i viola. Il capocannoniere dell’ippocampo – 8 gol in campionato – ricomporrà con Djuric una coppia fin qui decisiva per le sorti della Bersagliera. Tandem chiamato a far male anche alla Dea di Gasperini.

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Fazio, Dragusin; Mazzocchi, L. Coulibaly, Bohinen, Ederson, Zortea; Bonazzoli, Djuric.

Articolo precedenteSalernitana a Bergamo senza Ribery e Ranieri. Nicola: «Dobbiamo continuare a dare tutto»
Articolo successivoAtalanta-Salernitana, le probabili: Gasp rilancia Pasalic, Nicola con il duo Bonazzoli-Djuric
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.