Home Breaking news Cioffi: «Domenica sfida importante, giocheremo con il 3-4-2-1»

Cioffi: «Domenica sfida importante, giocheremo con il 3-4-2-1»

Il tecnico presenta la sfida dell'Arechi: "Il nostro obiettivo è di dominare la partita ed imporre il nostro calcio". Domani la rifinitura e poi la partenza per Salerno

148
0
Tempo di lettura: 2 minuti
Foto sito ufficiale Hellas Verona

Continua la marcia di avvicinamento del Verona alla trasferta dell’Arechi. Nuova giornata di lavori per gli uomini di mister Cioffi, quest’ultimo al suo secondo incrocio con il club dell’ippocampo dopo lo 0-4 alla guida dell’Udinese della scorsa stagione. Proprio il trainer dei venti, ha presentato il match di domenica nella consueta conferenza stampa.

Cioffi: “E’una Salernitana diversa da maggio”

“Sarà una sfida importante- ha detto Cioffi-. Determinate come gli altri impegni ma con un peso maggiore, anche perchè veniamo da una sconfitta. Siamo una squadra viva ed in questi giorni ho provato a dare serenità ai miei ragazzi. Il modulo? Sarà il 3-4-2-1 e ci saranno Koray ed Hien al centro della difesa, non escludo che Lazovic parta sulla trequarti e Doig a sinistra. Faraoni è tornato ma non sarà titolare, dobbiamo recuperare Cortinovis perchè ha qualità per giocare in una big. La Salernitana- ha poi detto il trainer veneto- è differente rispetto a maggio, a sua disposizione ci sono calciatori di grande spessore. Dopo la sconfitta contro il Sassuolo non è nel migliore dei momenti, noi abbiamo l’obiettivo di dominare la partita ed imporre il nostro calcio”.

La preparazione degli scaligeri

Continua, nel frattempo, la preparazione dei gialloblù che quest’oggi si sono ritrovati nel quartier generale dello Sporting Center ‘Paradiso. Lazovic e soci hanno svolto attivazione tecnica, schemi su sviluppi di gioco, schemi su rimessa dal fondo e falli laterali. La rifinitura è in programma domani in Veneto, successivamente il gruppo scaligero partirà alla volta di Salerno.

Articolo precedenteSalernitana, prove di attacco: Dia ok, Bonazzoli scalpita. Domani rifinitura pre-Hellas
Articolo successivoRibery lascia il calcio: domenica l’ultimo giro di campo
Tutto in 90 minuti: per me il calcio è tutto il mondo che sta all'interno di quell'ora e mezza (più recupero). Sono un grandissimo appassionato del gioco del calcio, indipendentemente dai colori: semplicemente, sono innamorato del gioco. Ho iniziato questo "viaggio" a 17 anni, poi l'avventura con il Quotidiano del Sud e SalernoSera a 20, ora sono il telecronista di SoloSalerno. L'obiettivo è migliorare sempre più.