Home News Basket, la Power capolista cade ad Angri: primo stop per la squadra...

Basket, la Power capolista cade ad Angri: primo stop per la squadra di coach Menduto

La squadra salernitana non sfrutta un vantaggio di dodici punti e si fa riacciuffare allo scadere. Al supplementare si impone con merito Angri

128
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Non riesce alla Power Basket l’impresa di chiudere il girone d’andata a punteggio pieno. La squadra cara al presidente Luca Renis vola anche sul +12 in apertura di match, ma non riesce a chiudere la gara nel finale, dovendo soccombere all’overtime 68- 76 in casa di una Pallacanestro Angri in grande spolvero. I salernitani restano soli in vetta alla classifica del proprio girone del campionato di C Gold con dieci vittorie in undici partite. Coach Menduto conferma il quintetto di partenza delle ultime settimane ed è capitan Chaves a stappare il derby con un morbido appoggio da sotto. Angri si affida alle conclusioni dal perimetro di Rubinetti, mentre la Power trova subito un Bat’ka caldissimo. Il lungo slovacco va a segno a ripetizione dall’arco dei tre punti, chiudendo il primo quarto con 17 punti all’attivo. Al primo intervallo di serata, la squadra salernitana ha dieci punti di vantaggio (26-16) sui padroni di casa. Nella seconda frazione Angri prova a risalire, ma viene tenuta sempre a distanza di sicurezza dalla squadra allenata da Mario Menduto che va negli spogliatoi sul 38-28 in suo favore grazie al canestro di Zampa in penetrazione. Nel terzo periodo comincia meglio la squadra di coach Sanfilippo che buca la zona difensiva della Power e sbarra la strada verso il proprio canestro agli ospiti, risalendo fino al 38 pari e poi superando la Power con un gioco da tre punti di Rubinetti. I salernitani si sbloccano con un libero di Zampa (39-41) che rompe un lunghissimo digiuno offensivo. Ancora Zampa in avvicinamento e poi Chaves dalla distanza tengono in linea di galleggiamento la capolista che aggancia Angri proprio con i liberi del suo capitano a quota 46. La terza frazione si chiude con la Power sotto di due lunghezze (46-48), anche a causa di un parziale con soltanto otto punti messi a referto. Nel quarto periodo Angri continua a spingere sull’acceleratore (48-53), ma la Power non si scoraggia. De Angelis torna a segnare, imitato da Zampa che va di tripla (51-55). I ritmi sono vertiginosi e ne consegue qualche forzatura da ambo i lati. Bat’ka, dopo qualche minuto di riposo, torna a segnare e Chaves dall’arco scocca la freccia del meno uno (56-57). Si entra nella fase calda con le due squadre quasi appaiate e decise a far propria la posta in palio. A 4’50” dalla fine la Power torna avanti con il canestro da sotto di Zampa ed allunga con Bat’ka (60-57). Chaves in contropiede rompe una fase senza punti dei suoi (62-59) quando manca 1’ e 28” alla sirena finale. Globys impatta ancora la partita dall’arco, Orsini in penetrazione non trova il fondo della retina ma Angri conserva il possesso con un paio di secondi sul cronometro. L’ultimo tiro di Rubinetti è corto e si resta sul 62 pari. Si va, così, all’overtime.  Melillo esce caldissimo dai blocchi e sigla due triple di fila, ma Angri non molla e va ad operare il nuovo sorpasso con Orsini. La Power non segna più dal pitturato, Bat’ka perde palla in attacco sulla pressione difensiva dei locali che con Louiserre volano sul +6. Vince Angri, la Power Basket chiude con una sconfitta un girone d’andata da dieci successi e venti punti in classifica ed ora si prepara alla seconda parte di una stagione ancora molto lunga.

Pall. Angri – Power Basket 76-68 d.t.s. (16-26, 28- 38, 48- 46, 62- 62)

Tabellino: Melillo 6, Trapani, Chaves 17, Bat’ka 21, De Leo, De Angelis 6, Ferretti 2, Zampa 16, D’Amico n.e., Grimaldi n.e., Polisetti n.e. Coach: M. Menduto

Articolo precedenteLo sfogo social di Marchetti contro l’ex tecnico del Genoa Blessin e gli elogi a Nicola
Articolo successivoDiario Mundial: Caravaggio