Home News Gyomber in campo per 90 minuti, ma la Slovacchia non doma il...

Gyomber in campo per 90 minuti, ma la Slovacchia non doma il Lussemburgo

Buona prestazione del centrale difensivo granata, ma la nazionale slovacca fallisce contro il Lussemburgo la ghiotta opportunità di iniziare bene il girone di qualificazione per il prossimo Campionato Europeo.

583
0
SALBOL 19 03 2023 2
SALBOL 19 03 2023 2
Tempo di lettura: < 1 minuto

A distanza di nove mesi, Norbert Gyomber ritorna ad indossare la maglia della nazionale slovacca. L’ultima apparizione, infatti, risaliva al giugno dello scorso anno, quando il forte difensore centrale granata scese in campo contro il Kazakistan.

La Slovacchia, nelle cui fila militano vecchie (Kucka) e nuove (Duda,Lobotka) conoscenze del calcio italiano, ha faticato non poco a domare le resistenze difensive del Lussemburgo, il quale in un paio di occasioni si è reso anche insidioso nei pressi della porta difesa da Dubravka.

Primo tempo terminato a reti bianche, con il 4-3-3 schierato dal tecnico italiano Francesco Calzona rivelatosi minaccioso in una sola circostanza, grazie ad un’iniziativa del veronese Duda.

Nella ripresa, i padroni di casa hanno spinto maggiormente il piede sull’acceleratore ma non sono riusciti a trovare il gol vittoria.

Gyomber ha disputato una gara attenta e gli interi novanta minuti. Tanti i duelli aerei vinti e prestazione connotata dalla consueta concretezza, pur tenendo presente lo spessore tecnico modesto degli avversari.

SLOVACCHIA (4-3-3): Dubravka; Pekarik (82′ Tomic), Gyomber, Satka, Hancko; Kucka, Lobotka, Duda (80′ Benes); Suslov (73′ Mak), Polievka (73′ Bozenik), Haraslin. All. Calzona.
LUSSEMBURGO (5-4-1): Moris; Bohnert (84′ Rupli), Gerson, Chanot, Olesen (64′ Thill), Pinto; Borges Sanches (64′ Jans), Barreiro, Martins, Rodrigues; Sinani (84′ S. Thill). All. Holtz.