Home Breaking news Al Maradona non si va oltre l’1-1, Dia raggiunge Di Vaio

Al Maradona non si va oltre l’1-1, Dia raggiunge Di Vaio

Alla rete di Oliveira (61') risponde il gran gol di Dia (83')

364
0
Tempo di lettura: 3 minuti
La cronaca NAPSAL
La cronaca NAPSAL

NAPOLI- SALERNITANA 1-1

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Olivera (81’Jesus); Anguissa (89’Ndombele), Lobotka (89’Simeone), Zielinski (60’Elmas); Lozano (60’Raspadori), Osimhen, Kvaratskhelia. A disp: Gollini, Marfella, Bereszynski, Ostigard, Gaetano, Demme. All: Spalletti

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Daniliuc (86′ Lovato), Gyomber, Pirola; Mazzocchi (67’Bohinen), Coulibaly, Vilhena (67’Piatek), Bradaric (67’Sambia); Candreva (46’Botheim), Kastanos; Dia. A disp: Fiorillo, Sepe, Bronn,

Troost-Ekong, Maggiore, Iervolino, Nicolussi Caviglia, Bonazzoli. All: Sousa

ARBITRO: Marcenaro di Genova (Meli/Alassio). IV uomo: Volpi. VAR: Di Martino (Fourneau)

RETI: 61’Oliveira (N), 83′ Dia (S)

NOTE. Ammoniti: Zielinski (N), Kim (N), Daniliuc (S), Pirola (S). Espulsi: Avallone (S), Sousa (S) Angoli:9-0. Recupero: 1’pt –5’st

La partita

La Salernitana guasta la festa al Napoli. Termina 1-1 la sfida del Maradona con i partenopei in avanti (61′) con Oliveira ed il pari con la gran giocata di Boulaye Dia che gela il San Paolo.

Il primo tempo

La prima occasione del match è di marca azzurra. Dopo soli 60” Kvara si invola sulla fascia e crossa dentro per Oshimen che di testa manda al lato. Al sesto è ancora il nigeriano a farsi vedere con un nuovo colpo di testa, Ochoa fa buona guardia. 11′ ci riprovano i partenopei con il tiro alto di Oliveira dopo il passaggio al bacio di Anguissa. Al 22′ Ochoa compie il primo miracolo quotidiano, Zielinski- sugli sviluppi di un calcio di punizione- inventa per il solito Oshimen, il portiere messicano si esalta e respinge la sfera. Il primo squillo granata è al 27′. Candreva- dopo aver raccolto la respinta di Meret- mette in mezzo per la testa di Dia, la girata termina al lato. La risposta del Napoli è affidata al destro dalla distanza di Anguissa al 30′, il tiro del camerunense viene deviato in angolo. 41′ e ci prova ancora il 99 azzurro con una conclusione da fuori area, Ochoa smanaccia.

La seconda frazione

Ad aprire il secondo tempo è Kvara. Il georgiano, al 50′, riceve palla e tenta la gran prodezza a giro dalla distanza, la sfera va alta. Risposta granata al 55′ sugli sviluppi di un calcio di punizione, Kastanos batte ed Oshimen sporca la traiettoria che, però, non impensierisce Meret. Un giro di lancette dopo (56′) Zielinski prova l’eurogol con una rovesciata che si spegne alta sulla traversa di Ochoa. Al 61′ il Napoli passa avanti con la rete di Oliveira, quest’ultimo che anticipa il diretto marcatore e da pochi passi fa 1-0 di testa. Quattro minuti dopo (65′) Elmas slalomeggia tra i granata e di sinistro incrocia, il pallone finisce di poco al lato. 74′ e si fa vedere Piatek che riceve la sfera e calcia, il tentativo si spegne alto. Un minuto dopo (75′) e l’ippocampo si fa rivedere con Kastanos, la conclusione del cipriota è preda di Meret. La risposta azzurra è affidata ad Oshimen che, al minuto 78, prova la gran botta dalla distanza, Ochoa respinge. Si accende anche Kvara. Il 77, infatti, all’80’ riceve la sfera e calcia una volta entrato in area, il pallone non inquadra lo specchio. All’83’ la Salernitana trova il pari con un golazo di Dia. Il senegalese prima dribbla Oshimen e poi conclude a giro per il pari. 87′ ed ancora super Ochoa che da pochi passi ipnotizza Kvara. Al 90′ l’occasionissima è dell’ippocampo con il colpo di testa di Botheim che va alto. Minuti di recupero al cardiopalma con Ochoa che compie un miracolo su Simone da due passi.