Home News Salernitana-Udinese, la prima di Francesco Pio all’Arechi: «Estasiato dai tifosi granata»

Salernitana-Udinese, la prima di Francesco Pio all’Arechi: «Estasiato dai tifosi granata»

4057
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Il calcio come momento di condivisione e aggregazione e non di acredine e divisione. Dalla serata di lunedì, giorno di RomaSalernitana, sul web impazza lo scambio di sciarpette tra Francesco Pio, giovanissimo tifoso giallorosso, e alcuni tifosi granata presenti all’Olimpico. Dal video, girato dalla nostra Raffaella Palumbo, il primissimo dettaglio che balza agli occhi è l’espressione del piccolo Francesco Pio, letteralmente rapito dal rumoroso e caloroso settore ospiti a tinte granata. Un dettaglio che denota non soltanto la coinvolgente passione del popolo salernitano, ma anche la dimostrazione fattiva di come il calcio dovrebbe essere vissuto.

Negli ultimi giorni, sui social, sono stati in tantissimi i tifosi di fede granata a richiedere la presenza allo stadio del piccolo Francesco Pio in occasione della gara di domani all’Arechi contro l’Udinese. E, rapidamente, dalle parole si è passati ai fatti. Grazie alla colletta organizzata da un gruppo di vecchi supporters dell’epoca Vestuti, in collaborazione con la redazione di Solosalerno.it, è stato possibile acquistare i biglietti per il settore Distinti per tutta la famiglia, composta, oltre che dal piccolo Francesco Pio, da madre, padre e fratellino più grande. L’arrivo della famiglia giallorossa, previsto intorno alle 11, sarà accolto dal sopracitato gruppo di tifosi, i quali accompagneranno la Francesco Pio’s family in occasione del saluto alla squadra presso il Novotel prima di dirigersi all’Arechi. Dopodiché, sarà finalmente Salernitana-Udinese, per assistere dal vivo all’atmosfera che riserverà il “Principe degli stadi”.

Intervistato dalla nostra redazione, papà Filippo ha rivelato le emozioni e le sensazioni vissute dal piccolo durante il match dell’Olimpico: “Si può dire che Francesco Pio già da quando è nato, nel 2015, è sempre stato un tifoso della Roma. Passione trasmessa da me, visto che mia moglie, di origine napoletana, e suo fratello di 13 anni sono sfegatati tifosi del Napoli. Quella di lunedì è stata la prima partita vista allo stadio da Francesco Pio, e la prima cosa che lo ha colpito è stata la Curva dei tifosi della Salernitana. Ad un tratto era talmente affascinato che ha smesso di guardare la partita e si è avvicinato alla vetrata. Subito dopo, un tifoso granata gli ha lanciato una sciarpetta della Salernitana. Appena tornati a casa, la prima cosa che ha fatto è stata quella di appenderla al muro giallorosso della sua stanzetta. Guai a chi la tocca! Comunque, non vede l’ora di venire all’Arechi. Ha già saputo che probabilmente Dia non ci sarà e gli dispiace un po’. Ma sono sicuro che sarà felicissimo lo stesso.”

Articolo precedenteSottil: «A Salerno per vincere»
Articolo successivoSalernitana – Udinese, probabili formazioni: riecco Mazzocchi, tandem Samardzic – Beto
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.