Home News Sousa:”Salernitana alla prova tra mancanza di rinforzi e ondata di caldo”

Sousa:”Salernitana alla prova tra mancanza di rinforzi e ondata di caldo”

Paulo Sousa impronta il gioco, ma la mancanza di rinforzi e l'onda di caldo mettono alla prova la Salernitana

515
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana ha iniziato con il piede giusto, ha vinto il primo incontro amichevole contro la Delfino Curi Pescara per 3-0. Tuttavia, il cammino della squadra granata, verso l’inizio del campionato, è minato da sfide significative: il mercato dei trasferimenti in fase di stallo e la sfida contro l’ardente ondata di caldo estivo.

Sousa sta lavorando sodo per improntare al gruppo la sua visione di gioco. Nel primo impegno amichevole, ha insistito sulla tattica del 4-2-3-1 e sulla costruzione del gioco dal basso. Nonostante la mancanza di alcuni giocatori chiave che si trovano ancora in ritiro e il mercato dei trasferimenti che procede lentamente, il tecnico lusitano è soddisfatto dell’atteggiamento e dell’impegno mostrato dai suoi giocatori durante gli allenamenti e la partita.

Il mercato è una delle principali preoccupazioni per Sousa e la dirigenza. Nonostante il lavoro instancabile del direttore sportivo, l’arrivo di nuovi giocatori è rimasto limitato, e il tecnico portoghese spera in innesti importanti per rinforzare la rosa e affrontare il campionato al meglio.

Nel frattempo, ci si sta concentrando sulle sessioni di allenamento sull’idea di gioco. L’obiettivo è chiaramente definito: basare le sessioni di allenamento sulla tattica e sullo stile di gioco che desidera vedere in campo durante le partite. Sousa riconosce l’importanza di prepararsi il prima possibile sugli aspetti specifici della partita per affrontare al meglio ogni avversario.

Tuttavia, il percorso di preparazione presenta delle sfide da superare. Uno dei principali ostacoli è l’ondata di caldo. I giocatori devono fare i conti con le elevate temperature, il che mette a dura prova la loro resistenza fisica e la capacità di recuperare adeguatamente per affrontare gli allenamenti e le partite. L’idratazione e il recupero diventano essenziali per garantire le prestazioni ottimali dei giocatori in queste condizioni.

Inoltre, il tecnico granata riconosce che l’adattamento dei giocatori alla metodologia di allenamento particolare richiede tempo. L’importanza del riposo notturno viene sottolineata, poiché la mancanza di sonno può comportare un maggiore affaticamento fisico. Nonostante queste difficoltà, l’allenatore si dice soddisfatto dell’impegno e dello sforzo profuso dai suoi giocatori durante la preparazione.

Oltretutto, alcuni infortuni hanno reso ancora più complicato il percorso di preparazione. I giocatori Bohinen e Daniliuc sono stati costretti a saltare alcune sessioni di allenamento a causa di problemi fisici diversi, rendendo più difficile la formazione di una squadra completa in vista dell’inizio del campionato.

Articolo precedenteIl magico amore dei bimbi Rivisondolesi per i colori granata
Articolo successivoClausola scaduta per Dia: i possibili scenari
Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, salernitana dalla nascita. Per varie vicissitudine, sono espatriata a Genova da quando avevo 21 anni, nel capoluogo ligure esercito la professione di insegnate. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature, non trascuro i dettagli. L'ottimismo, la curiosità, la follia, l'intraprendenza ed il sorriso sono caratteristiche di cui non posso fare a meno. Tra le gioie più grandi della mia vita rientra mia figlia: Martina. La pallavolo, la scrittura, i viaggi e la Salernitana sono le mie principali passioni. La benzina delle mie giornate risiede in tre espressioni che non cesso mai di ripetere a me stessa e agli altri: " VOLERE è POTERE, CARPE DIEM e PER ASPERA AD ASTRA"!!!