Home Breaking news La Salernitana vince… e si convince. L’esultanza social della squadra

La Salernitana vince… e si convince. L’esultanza social della squadra

Le esultanze social dei calciatori granata al termine della gara vinta contro il Cittadella... e una compattezza mai vista nei cinque anni precedenti.

2126
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Coriacea, a tratti invalicabile, unita. Questa, a grandi linee, è l’identità della Salernitana targata Fabrizio Castori. Una squadra che, principalmente grazie ad uno spirito di gruppo fuori dal comune, per ora sta riuscendo a sopperire ad alcune carenze tecnico-tattiche piuttosto evidenti. Magari con la speranza che, finalmente, tali carenze per lo più ataviche vengano colmate in sede di mercato una volta per tutte. La banda “Castori” c’è, e continua a fare la voce grossa al cospetto di squadre che, sulla carta, c’entrano poco o nulla con la categoria come Lecce e Spal.

L’ex tecnico del Carpi sta costruendo, gara dopo gara, un gruppo granitico nello spirito e nella sostanza. A sostegno di tale tesi, non sono passate inosservate le esultanze social “scattate” al termine della partita di quest’oggi contro il Cittadella. Protagonista del post Instagram della “concordia”, Luka Bogdan, match winner di giornata, su cui sono arrivati i simpatici complimenti e gli incoraggiamenti di alcuni compagni di squadra:

«Bravo bomber», scrive simpaticamente Gennaro Tutino. E ancora, il «Bravo Brate» di Milan Djuric, oltre al “cuore” postato da Veseli e l’altrettanto simpatico «Che petto fra!» di Tomasz Kupisz. Vittoria ed esultanza, dunque, per i “mai domi” calciatori granata, e un attaccamento alla maglia di chi non ha nessuna intenzione di fermarsi. “Qualità” che, è bene specificarlo, nel quinquennio appena concluso non si erano mai viste.

© solosalerno.it – tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Articolo precedenteSolo la Spal tiene il passo della Salernitana. Lecce e Venezia si dividono la posta.
Articolo successivoPrimato e difesa arcigna, in attesa di una proposta offensiva più efficace
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.