Home Breaking news Mikael saluta: l’attaccante torna in Brasile e giocherà con l’Internacional di Porto...

Mikael saluta: l’attaccante torna in Brasile e giocherà con l’Internacional di Porto Alegre

Il brasiliano ex Recife sta per tornare in Patria: lo aspetta l'Internacional di Porto Alegre. Con la sua partenza la Salernitana libera uno slot per ingaggiare un extracomunitario

1424
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mikael potrebbe lasciare a breve la Salernitana per tornare in Brasile. L’attaccante ingaggiato lo scorso gennaio da Walter Sabatini sta trattando con l’Internacional di Porto Alegre. Pur avendo espresso il desiderio di restare in Europa, Mikael dovrebbe alla fine accettare l’idea di rimettersi in gioco in Brasile.

La formula

Mikael si trasferirà all’Internacional, squadra storica del calcio brasiliano nella quale militò il grande Falcao, poi approdato alla Roma, con la formula del prestito gratuito fino al 30 giugno 2023. L’Internacional avrà l’opzione per prolungare il prestito dell’attaccante ex Recife fino al 31 dicembre del 2023 e, sempre nel periodo del prestito, di poterlo acquistare a titolo definitivo.

La Salernitana avrà diritto ad una percentuale sulla futura vendita del calciatore, nel caso in cui l’Internacional, dopo averlo riscattato, decidesse di cederlo ad un altro club. Al tempo stesso, il club granata potrebbe riacquistare Mikael pareggiando l’eventuale offerta presentata da un’altra società.

Il peso

Mikael era stato escluso dal ritiro austriaco perché si era presentato a Salerno in sovrappeso (leggi l’articolo). Pochi giorni fa, il presidente Iervolino ne aveva difeso le qualità tecniche, mettendo, però, in dubbio la sua capacità di comportarsi da professionista, almeno secondo i canoni del calcio europeo.

Gli scenari

Con l’addio di Mikael la Salernitana libera un posto per l’ingaggio di un extracomunitario. Da tempo il club granata è sulle tracce di Yusuf Yazici, in forza al Lille e cercato anche dal Galatasaray. Il calciatore turco ha aperto da tempo all’ipotesi Salernitana. Resta da capire se possa ben inserirsi nel centrocampo a tre.

Articolo precedenteIntrigo Pinamonti, Piatek e Maupay in stand-by: il punto sull’attacco
Articolo successivoMikael saluta Salerno, ufficiale il passaggio all’Internacional
Classe '76, non sempre è nervoso.