Home Schede Tecniche Ruggiti di rinascita per Ascoli ed Entella. Tre calciatori granata nella Top...

Ruggiti di rinascita per Ascoli ed Entella. Tre calciatori granata nella Top di giornata

Sempre più 'diaboliche' le punizioni di Sabiri

283
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La nostra ‘Top11’ della quindicesima giornata del campionato cadetto, schierata con il ‘4-3-2-1’, è la seguente:

LEALI (ASCOLI): sul risultato ancora in bilico è decisivo con una doppia parata su Ranieri e Castro compiuta nel giro di una frazione di secondo.

HAAS (EMPOLI): ha dinamismo e qualità tecnica, doti che lo rendono calciatore versatile ed impiegabile in più ruoli. Sigla il vantaggio empolese, colpisce la traversa nell’occasione che consente a La Mantia di siglare il gol del raddoppio.

MANTOVANI (SALERNITANA): partita di grande spessore, limita lo spauracchio Forte e nel finale di partita, caratterizzato dal disperato forcing lagunare, è praticamente insuperabile sui palloni aerei.

QUARANTA (ASCOLI): gioca una partita da veterano, non sbaglia nulla e ammansisce volponi d’area come Floccari e Paloschi.

CASASOLA (SALERNITANA): ancora qualche incertezza in fase difensiva, ma è determinante, nella rifinitura delle azioni, in entrambi i gol granata.

GUCHER (PISA): passano le giornate ed il suo peso, in termini di carisma e intelligenza calcistica, cresce notevolmente nell’economia della fase offensiva della squadra nerazzurra. Dopo diversi gol realizzati con tiri dalla distanza, a Cosenza fa centro con un avvitamento aereo bello e difficile da eseguire.

BARILLA’ (MONZA): ormai è sulla breccia da oltre un decennio, ma le sue prestazioni continuano ad essere intense sul piano dinamico e tecnicamente qualitative. Accompagna la fuga del centravanti brianzolo, prima di ricevere l’assist da tramutare in gol.

ANDERSON (SALERNITANA): la prima mezz’ora di gara risulta quasi non pervenuto, poi si accende con tagli e verticalizzazioni che fanno a fette la difesa del Venezia. Disciplinato e tignoso anche in fase difensiva.

SABIRI (ASCOLI): le sue punizioni, calciate da distanze considerevoli, stanno diventando un tormento per i portieri avversari, che non riescono mai a leggere le diaboliche traiettorie. Però il ragazzo è anche progressione ed inserimento, come testimonia il suo secondo gol di giornata contro la Spal.

MANCOSU (LECCE): le sue giocate ormai non fanno più scalpore, nonostante la loro efficacia intrisa di valore estetico. Utilizza entrambi i piedi per dribblare nello stretto gli avversari, prima di inventarsi un pallonetto che finisce la sua corsa nell’angolo alto della porta vicentina.

DE LUCA (ENTELLA): vero leader della compagine chiavarese, riparte, supera gli avversari, serve assist vincenti e mette a segno anche il gol del raddoppio che stende anzitempo il Pescara.

ALL. VIVARINI (ENTELLA): la sua squadra, affidata nelle ultime giornate ad un manipolo di giovani interessanti, ha iniziato ad esprimere un calcio interessante. La classifica è ancora severa, ma la drastica e recente inversione di tendenza fanno ben sperare in proiezione futura.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.