Home Giovanili Primavera 2 – Salernitana ancora ko: il Napoli supera in casa 3-0...

Primavera 2 – Salernitana ancora ko: il Napoli supera in casa 3-0 i granata

Oggi 22 maggio alle 15:00 i granatini sono scesi in campo per disputare la 21^ giornata di campionato, affrontando i rivali del Napoli. I partenopei conquistano i tre punti con un netto 3-0.

182
0
Mister Procopio incita i suoi ragazzi
Salernitana - Frosinone - Campionato Primavera 2 - 2020-21 Salerno, 01.05.2021 - Campo Volpe Foto Nicola Ianuale/Photo Ianuale
Tempo di lettura: 2 minuti

Arriva la 17^ sconfitta stagionale per i baby granata. I ragazzi di mister Procopio pagano dazio le leggerezze commesse dal reparto difensivo, permettendo così al Napoli di conquistare i tre punti senza correre troppi rischi. I Partenopei ritornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive, le quali avevano compromesso il cammino degli azzurri per la conquista dei play-off. I Bersaglieri si schierano in campo con il classico 4-4-2 per permettere di dare compattezza a tutti i reparti. Gli azzurri, invece, adottano un 3-4-3 per sfruttare a pieno il potenziale sugli esterni. Pronti via e dopo soli quattro minuti i napoletani indirizzano la partita su binari loro favorevoli aprendo le marcature. I ragazzi di mister Cascione salgono, così, a 35 punti consolidando il terzo posto. Di contro, i granatini ristagnano sempre più sul fondo della classifica con 10 punti all’attivo.

Alle ore 15:00 in punto, allo stadio comunale di Cercola “Giuseppe Piccolo”, l’arbitro dà inizio al derby. Alla Salernitana, in tenuta granata, tocca il primo pallone della gara, dando inizio alla prima fase di studio degli avversari. Il giovane napoletano Pesce colpisce di testa e insacca alle spalle di Ciabattini per l’1-0. Al 12’ lo stesso attaccante azzurro si avventa su un pallone vagante in area di rigore e serve l’assist per Romano che finalizza il raddoppio azzurro a porta sguarnita. Il Napoli, così, si porta sul 2-0 chiudendo la gara già prima della fine del primo tempo. Al 32’ i granata si affacciano finalmente per la prima volta dalle parti di Idasiak, con Vignes che prova ad impensierire il portiere azzurro, ma senza grandi risultati. Dopo 45 minuti esatti, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per recuperare le forze sotto il sole cocente.

Nella ripresa, mister Procopio effettua due cambi con la speranza che le evidenti lacune difensive possano essere colmate e riaprire il match. Le speranze dei granatini, però, si spengono del tutto quando Di Micco stende in area di rigore Vergara e l’arbitro decreta il calcio di rigore. Cataldi si presenta sul dischetto del rigore e spiazza l’estremo difensore granata firmando il 3-0 per i padroni di casa. Nonostante il vantaggio di tre lunghezze, gli azzurrini non smettono di impensierire la sofferente difesa della Salernitana. Per due volte consecutive, infatti, Guarino svetta più in alto di tutti, ma i granatini riescono in qualche modo a non rendere il passivo più pesante. All’38’ il neoentrato De Iorio cerca il gol della bandiera, ma il suo tiro finisce largo alla destra del portiere napoletano, così come la stessa sorte tocca al tiro di Iannone al 45′.

Il triplice fischio dell’arbitro assegna la vittoria al Napoli e più di un rammarico ai Bersaglieri.

La Salernitana esce dal campo per l’ennesima volta con un pugno di mosche nella propria mano. Le continue disattenzioni difensive e la mancanza di armonia tra i reparti rendono vana tutta la voglia di rivalsa che dimora negli animi dei giovani granata. È come se, in ogni partita, la Salernitana dovesse fare i conti con i propri limiti e sia costretta sempre a soccombere. Sabato 29 maggio, con l’Entella, andrà in scena l’ultima gara della stagione, quella che gli americani chiamano “The last dance”. Al di là del risultato, i Bersaglieri sono chiamati ad onorare la casacca granata in ogni caso e a qualunque costo. Nonostante tutto, macte animo Bersagliera.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.