Home Giovanili Primavera 2: Pisa-Salernitana 4-2: cade anche la Primavera in trasferta

Primavera 2: Pisa-Salernitana 4-2: cade anche la Primavera in trasferta

Oggi 23 ottobre alle ore 15 la Salernitana primavera è scesa in campo contro il Pisa per disputare la 6^ giornata di Primavera 2. I toscani travolgono i granatini 4-2 in rimonta.

1533
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana U19 esce sconfitta dall’Alfredo Pagni di Peccioli per 4-2. Nonostante il vantaggio iniziale, i granatini incassano la seconda sconfitta consecutiva e poi, sopraffatti dal nervosismo, terminano la gara in nove. I nerazzurri del Pisa si portano a 9 punti staccando proprio i Bersaglieri in classifica. I baby granata, invece, sono bloccati all’undicesimo posto con 6 punti all’attivo.

L’arbitro Milone della sezione di Taurianova fischia l’inizio della partita alle 15 in punto. Procopio schiera i suoi ragazzi con il classico 4-4-2. Il trainer granata affida le chiavi del centrocampo alla grinta di capitan Russo. In attacco, la coppia Cannavale-Saponara ha il compito di scardinare la retroguardia dei pisani. Proprio l’attaccante cosentino Saponara si incunea tra le maglie avversarie e sigla lo 0-1. I granata passano in vantaggio e danno vita ad una partita frizzante con continui cambi di fronte. La reazione nerazzurra, però, non si fa attendere e al 38’ il risultato torna in parità. I padroni di casa agguantano l’1-1 con Macchi che risolve una mischia in area di rigore, battendo l’incolpevole De Matteis. I ragazzi ritornano negli spogliatoi allo scoccare del quarantacinquesimo.

Nella ripresa, il Pisa riprende il forcing e passa subito in vantaggio. Innocenti addomestica un pallone difficile in area di rigore granata e dopo una serie di finte, scaraventa la palla in rete per il 2-1. I padroni di casa completano la rimonta e si compattano per consolidare il vantaggio. Il 3-1 del Pisa con Panattoni, il quale supera in scioltezza De Matteis dopo aver conquistato il pallone a centrocampo. L’inizio di ripresa shock scuote l’orgoglio della Salernitana che si riversa nella metà campo avversaria. Il gol della speranza arriva dal dischetto al 60’. Cannavale spiazza l’estremo difensore nerazzurro e firma il 3-2.

L’espulsione di Ceccanti accende gli animi in campo e la partita si incattivisce. La parità in campo viene ristabilita dopo che la Salernitana perde Tumminelli per doppio giallo. Passano quattro minuti e anche Motoc finisce in anticipo sotto la doccia per espulsione diretta. I Bersaglieri in nove capitolano definitivamente al 78’ con Panattoni che sigla la sua doppietta personale. Il triplice fischio del signor Milone arriva dopo cinque minuti di recupero.

 La Salernitana torna in città con un pugno di mosche in mano. Contro il Benevento peseranno le assenze di Motoc e Tumminelli. Il turno di riposo, previsto per la prossima giornata, permetterà ai granatini di riacquistare energie fisiche e mentali utili per affrontare al meglio il Benevento il 6 novembre.

VIAFrancesco Apicella
Articolo precedenteAndrea Pinamonti :«non era mia intenzione mortificare Belec»
Articolo successivoUn disastro annunciato, tra approssimazione tecnica e folclore manageriale. Le cinque domande per Colantuono